Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo Valico, il consiglio regionale vota un ordine del giorno ma Lega e M5S si spaccano

Vota a favore della grande opera anche Rete a sinistra

Genova. La costruzione del Terzo Valico, l’alta velocità ferroviaria Genova-Milano, deve andare avanti. Il consiglio regionale della Liguria ha approvato un ordine del giorno presentato dal Pd, che impegna la giunta Toti ad “attivarsi in tutti i livelli istituzionali affinché la realizzazione dell’opera venga assicurata nei tempi stabiliti, entro il 2022”.

La votazione ha creato una spaccatura, proprio nei giorni delle trattative per il governo, a Roma, tra Lega e M5S. Sono stati 23 i voti a favore (Pd, centrodestra, Rete a Sinistra), 5 i contrari (M5S).

Il documento impegna la Giunta a “stanziare risorse per la formazione dei disoccupati che verranno assunti negli appalti dell’opera e a vigilare sulla sicurezza e salute dei lavoratori”. “Un’opera da 6 miliardi, strategica, non c’è nel contratto di Governo M5S-Lega, – dice Giovanni Lunardon, capogruppo del Pd – potrebbe essere ridiscussa dal Comitato di conciliazione M5S-Lega”.

“Incredibile, per la prima volta nella mia vita sono d’accordo con il consigliere Lunardon, – afferma il capogruppo FdI Matteo Rosso – il diavolo e l’acqua santa sono d’accordo sul Terzo Valico”. “L’opera oggi dev’essere conclusa, anche se non era da iniziare”, sostiene il capogruppo di Rete a Sinistra-LiberaMente Liguria Giovanni Pastorino. “Chi è contro l’opera, è contro GENOVA e il suo sviluppo”, risponde Angelo Vaccarezza (Forza Italia).

“Il Terzo Valico è un progetto vecchio, fatto male, uno spreco di risorse. – attacca Alice Salvatore (M5S) – E’ giusto spendere i soldi per fare le opere, non fare le opere per spendere i soldi. Da 28 anni si attende la realizzazione del Terzo Valico, il M5S è nel consiglio regionale ligure dal 2015, ciò dimostra che i problemi si trascinano da tempo e che l’opera è inutile”. E secondo il consigliere Marco De Ferrari (M5S) “nel Comitato di conciliazione del Governo Lega-M5S, il movimento non arretrerà di un centimetro sullo stop ai lavori dell’infrastruttura”.

“Il Terzo Valico è un’infrastruttura fondamentale per la crescita e lo sviluppo della nostra Regione, non dev’esserci nessun margine di dubbio”, commenta il capogruppo della Lega Franco Senarega.

“Lo stop ai cantieri non è previsto nel contratto di Governo, quindi le parti condividono la nostra posizione”, dice il governatore Giovanni Toti.