Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo vince e torna a sperare. Brutta la Locatelli che si avvia ai playout risultati

Entrambe le società liguri lottano per salvarsi. Le Lontre perdono con Firenze e salutano la possibilità di salvezza diretta. Importante vittoria delle ruentine contro Varese che ora è a un solo punto di distanza.

Turno forse cruciale per le due squadre liguri impegnate nel campionato di Serie A2 femminile di pallanuoto. Rapallo e Locatelli infatti sono in corsa per la permanenza nella seconda categoria nazionale e a due giornate dalla fine vivono un momento fondamentale.

Potrebbe essere cruciale la vittoria delle ruentine in casa contro il Varese Olona, diretta concorrente per evitare la retrocessione diretta e accedere quindi ai playout, che alla vigilia dello scontro diretto precedeva le gialloblù di 4 punti. Le rapallesi passano 13-11 al termine di una gara combattuta e viva che le ragazze di Casagrande sono state molto brave a condurre in porto.

Ora le ultime due gare. 6 punti a disposizione e un calendario che non è benevolo, però per le liguri che domenica andranno a fare visita alla capolista Como, che per di più sarà affamata di punti visto che in Sardegna ha rimediato un solo punto e non è ancora sicura di avere in tasca il primato (Bologna si è avvicinata a -4). Varese nel frattempo farà visita a Trieste che ha poco da chiedere alla stagione, ma vorrà rifarsi per il ko interno. Potrebbe essere più abbordabile l’abbinamento dell’ultimo turno con la Promogest che sarà di scena in Liguria e priva di obbiettivi, potrebbe essere più “tenera”, mentre a pochi chilometri di distanza, la Locatelli chiuderà proprio contro Varese. 

Locatelli che fa harakiri contro Firenze, due punti più su in classifica, e vittoriosa alla Sciorba. Le toscane sfruttano una giornata nera per le genovesi che erano chiamate a vincere per effettuare un sorpasso potenzialmente decisivo. Invece sono le fiorentine a piazzare un 5-10 che lascia poche speranze si salvezza diretta al termine di una gara che dopo il primo periodo di equilibrio (finito 2-2), vede le liguri illudersi con i gol di Mori e Tedesco che consentono alle Lontre di andare al cambio campo in vantaggio 4-3. 

Nonostante ciò le genovesi non sono brillanti, e si vede anche perché col passare dei minuti esce Firenze che travolge la flebile resistenza delle padrone di casa con una seconda parte di gara davvero rimarchevole. Dopo un botta e risposta fra Colaiocco e Adamo, arrivano tre reti Colaiocco, Capaccioli e Storai che indirizzano chiaramente la partita. La Locatelli sparisce dalla vasca e nell’ultimo periodo arrivano ancora tre reti delle ospiti che dilagano, si prendono tre punti e sono virtualmente (o anche qualcosa in più) salve senza passare dai playout.

Amaro Stefano Carbone: “Sulla partita posso dire che Firenze ha giocato meglio di noi da subito, anche quando noi si era in vantaggio, e, nonostante una prestazione indegna, noi si è state in vantaggio per più di metà gara. Questo deve far riflettere per andare avanti e non incorrere più in simili controprestazioni, perchè i playout, che conosciamo bene, non consentono alcun margine di errore. Oggi la squadra ha fallito sul piano della concentrazione, della personalità, della determinazione, ma non, devo dire, su quello dell’impegno. In ogni caso ringrazio le mie atlete, che probabilmente sono così felici di allenarsi con me che hanno deciso di regalarsi un altro mesetto di allenamenti intensivi per preparare i playout. Come dimostrazione di affetto avrei preferito mi offrissero un gelato, ma va benissimo anche così, cercheremo di farci trovare pronte al momento giusto, come ha fatto Firenze oggi. Sull’arbitraggio c’è da aprire una enciclopedia, ma, solo per non creare alibi, posso dire che ritengo M. Savino un fuori classe. Scritto staccato”