Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa primavera ancora KO: l’Hellas rimonta e vince nel finale

Ancora una sconfitta per il Genoa di Sabatini: finale di stagione davvero orribile per i Grifoncini, in difficoltà da sette partite

Genova. Non basta un grande Micovschi al Genoa primavera, che esce sconfitto dal match contro l’Hellas Verona e abbandona il sogno di conquistare un posto nei playoff.

Sei sconfitte e due pareggi per il team di Sabatini in questa ultima fase del campionato, un deciso passo indietro rispetrto alla prima parte del campionato. Genoa in campo con Bulgarelli, Candela, Tazzer, Zanoli, Seno, Sibilia, Silvestri, Bruzzo, Romairone, Zito, Micovschi.

Parte bene il Verona, che sfiora il gol già al quarto minuto con Buxton, ma sono i grifoncini a passare: Micovschi calcia con precisione oltre la barriera una punizione fatale, che si insacca alle spalle di Borghetto.

Il gol del vantaggio dà la carica ai rossoblù, pericolosi cinque minuti dopo con Romairone. Passano altri dieci minuti e lo stesso Romairone viene atterrato in area di rigore da Baniya: rigore. Micovschi si presenta sul dischetto, tira il fiato e spiazza il portiere dell’Hellas, siglando il 2-0.

L’Hellas ci prova con Martella, poi con Tupta, entrambi fermati da Bulgarelli. Il Genoa sfiora addirittura la terza rete, prima con Zito, che calcia da fuori area, poi con Silvestri, che colpisce la traversa proprio in chiusura della prima frazione.

Il secondo tempo comincia con i veronesi che accorciano: Felippe Martello calcia dalla trequarti e sorprende Bulgarelli, siglando il provvisorio 1-2. Cinque minuti dopo Buxton colpisce una traversa, sfiorando il pareggio.

I toni della gara cambiano: il Genoa sembra remissivo, mentre l’Hellas Verona si lancia in avanti e sfruttano il colpo a sorpresa di inizio ripresa. Tutto cambia al 67′: Stefanec calcia in mezzo una punizione, quindi Kambulla manda in rete il pallone, che porta il match al 2-2.

Gli ultimi minuti trascorrono in tranquillità, fino al colpo di coda dell’Hellas: Tupta calcia una punizione direttamente in porta e sorprende Bulgarelli. Il Verona ottiene i tre punti, fondamentali nella sua corsa per evitare i playout o la retrocessione, dopo aver subito nel primo tempo e aver dominato la seconda frazione della gara.

Genoa con difficoltà di gioco, capace di passare solo su calcio da fermo: non bastano i pregevoli piedi di Micovschi per portare a casa punti. Salvezza tranquilla, ma per giocarsi il titolo serve ancora qualcosa in più.