Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A2: la Crocera Stadium fa sua la sfida di alta classifica col Lavagna 90 risultati

Partita molto combattuta, con i locali che contestano alcune decisioni arbitrali

Genova. Splendida vittoria della Crocera Stadium che si impone aggressiva sin dalle prime frazioni di gara sulla squadra levantina del Lavagna 90 DiMeglio.

Una partita preparata nei minimi dettagli ed eseguita in maniera esemplare, che regala agli occhi del pubblico sampierdarenese un’ora di pura pallanuoto, giocata sia tatticamente che, in alcuni momenti, fisicamente.

Impegno, costanza, cuore, passione e dedizione: queste sono le parole chiave che mister Campanini ha voluto trasmettere alla sua squadra descrivendo il loro percorso negli istanti prima dell’inizio della partita.

La Crocera Stadium parte subito con una marcia in più rispetto agli avversari, conquistando un primo parziale firmato “famiglia Fulcheris”. Apre il gioco Andrea con un gol in superiorità numerica ed un altro a uomini pari, conclude il fratello Luca con un tiro fuori dal perimetro.

Nel secondo tempo la squadra di Sampierdarena deve fare a meno del supporto in acqua del suo capitano, Marco Giordano, costretto a sedersi temporaneamente in panchina a causa di due espulsioni temporanee. I rossoblù riescono comunque a regalarsi il massimo vantaggio con Manzone in superiorità numerica e con Pedrini che realizza in controfuga.

Il tabellone nella piscina di Sampierdarena all’inizio della terza frazione di gioco segna rispettivamente cinque espulsioni alla squadra levantina contro le dieci dei locali. Casazza e compagni rientrano in partita, ai rossoblù vengono fischiati numerosi controfalli in fase offensiva. La squadra allenata da Martini sfrutta l’occasione e mette a segno con la doppietta del mancino Cotella e con l’ameriano Loomis portandosi a meno 1 dal pareggio. Ci pensa l’estremo difensore Graffigna a far abbassare la cresta ai suoi vecchi compagni, parando il rigore di Parisi, rassicurando così i genovesi negando il pareggio.

Il quarto periodo è pieno di colpi di scena, tanto che per preservare la permanenza di mister Campanini, il direttore sportivo Aurelio Amorevole si sacrifica per i colori della squadra di Sampierdarena procurandosi un immeritato ma indispensabile cartellino rosso chiedendo agli arbitri una conduzione di partita equa. In tutto questo “minestrone” di avvenimenti la Crocera Stadium, pur regalando qualcosina in fase difensiva, si aggiudica anche l’ultimo tempo, regalandosi 3 punti fondamentali da mettere in saccoccia per la scalata al secondo posto in classifica, che avverrà sabato 21 aprile in quel di Bologna.

Per quanto riguarda il Lavagna 90, parla il direttore sportivo Emanuele Governari: “La sconfitta di sabato in casa della Crocera Stadium non ha generato effetti sulla classifica generale. Il possibile sorpasso non riuscito ai danni dei genovesi e la concomitante sconfitta della Roberto Plebiscito Padova ha di fatto lasciato inalterate le prime quattro posizioni con Bologna e Crocera che allungano proprio sui nostri ragazzi. Di sicuro, a mio avviso, la trasferta di sabato era quella più insidiosa di questo girone di ritorno ed una sconfitta non è di certo un dramma. Forse l’approccio dei padroni di casa è stato più determinato del nostro ed anche se siamo rientrati in partita a metà incontro alla fine abbiamo pagato il non brillante avvio. Da lunedì testa alla prossima sfida, in casa contro la Vela Nuoto Ancona, per tornare subito al successo”.