Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Rossiglionese chiama, l’Anpi risponde. Testa a testa per il secondo posto risultati

Penultimo turno che vede l'exploit dei bianconeri vittoriosi contro il Mariscotti e ancora secondi. Un Hanuman super fa volare l'Anpi. Scatto d'orgoglio della Casellese che saluta i suoi tifosi con una vittoria

Penultima giornata di campionato per la Seconda categoria Girone D che ha già una vincitrice, ovvero la Guido Mariscotti che forse ha festeggiato troppo in settimana e viene mandato al tappeto da una Rossiglionese che a lungo è stata in lizza per insidiare il primato dei biancorossoblù, ma che ora deve difendere il secondo posto che garantisce l’approdo diretto alla finale playoff visto il distacco dalla quinta.

I bianconeri scendono in campo per l’ultima volta in questa regular season, in un match di grande interesse perché si affrontano la prima contro la seconda della classe. Gara che resta in equilibrio fino alla mezzora quando arriva il più classico dei gol dell’ex. Carnovale la sblocca con un tiro che non lascia scampo a Bruzzone. La reazione rossiglionese è immediata e Ferrando due minuti dopo pareggia i conti. 

Nel secondo tempo prosegue l’equilibrio e ci vuole un episodio per cambiare ancora il parziale. Lo firma Bracco che su punizione fa mettere la freccia alla Rossiglionese che passa avanti. La rete di Ottonello nel finale mette al sicuro i bianconeri da sorprese dell’ultimo secondo. Per il Mariscotti una sconfitta che non fa male, mentre per i padroni di casa sono 3 punti dal peso specifico molto alto.

Già perché nel frattempo l’Anpi non molla ed è deciso a giocarsi fino alla fine il secondo posto, cercando allo stesso tempo di scrollarsi di dosso l’Atletico Quarto, sei punti più dietro. Con l’Olimpia arrivano tre punti molto importanti che portano la firma di Yuri Hanuman che con la sua tripletta fa volare i biancorossi. Il numero 8 ospite inizia il suo show dopo due minuti con il gol dello 0-1. Al 10° l’Olimpia pareggia con un calcio di rigore di Scibilia. Passano meno di dieci minuti ed è ancora Hanuman a prendere per mano i compagni e portarli verso la vittoria. Infatti in due minuti colpisce altre due volte firmando la tripletta personale e portando l’Anpi sull’1-3. La rete di Vio al 35° consente all’Anpi di affrontare la ripresa con tre gol di vantaggio. L’Olimpia non riesce a scalfire la solida e sicura difesa avversaria fino all’80° quando Locicero rende il passivo meno ampio.

Come detto c’è anche l’Atletico Quarto nella lotta per la promozione. I gialloblù liquidano la Don Bosco in trasferta con un netto 0-3 che permette a Converti e compagni di restare sotto i 7 punti rispetto all’Anpi. L’Atletico passa nel primo tempo con Vinciguerra che al 15° mette in discesa la gara per i gialloblù. L’attaccante ospite si ripete nella ripresa con un gol molto contestato dai salesiani che reclamano per un presunto fuorigioco. Al 90°Musicò si conferma uomo in più per i suoi con il tris che completa la festa degli ospiti. Don Bosco la cui partecipazione ai playout resta aggrappata ad un filo. 6 i punti in più in favore del Pontecarrega con l’ultima giornata che sarà decisiva. 

Festeggia la Bolzanetese invece che con il punto ottenuto contro il Carignano che può giocare senza pensieri, è matematicamente sicuro della propria permanenza in categoria grazie anche ai risultati che si concretizzano sugli altri campi.  Davanti al pubblico amico per l’ultima volta in stagione la Bolzanetese va avanti al 25° grazie all’intervento di Platania nell’area avversaria che vale l’1-0. Il pareggio è frutto di uno sfortunato intervento di un difensore locale su cross di Ratto, che al 60° permette ai gialloblù di evitare la sconfitta.

A permettere ai bolzanetesi di festeggiare è il Masone che vuole chiudere la stagione con più punti possibili. Valligiani che iniziano fortissimo e nel primo tempo ipotecano la vittoria finale grazie alla doppietta del fantasista Galleti. Il Pontecarrega è chiamato a reagire nel secondo tempo, ma Cannatà piazza la stoccata dello 0-3. Solari accorcia poco dopo, ma la partita non è mai in discussione e il gol di Luca Pastorino certifica una gara che il Masone merita ampiamente di portare a casa. Per il Pontecarrega un brutto colpo visto che viene superato in classifica dal Mura Angeli che così si mette nella miglior posizione per affrontare i playout. Il Mura si gioca tutte le sue carte contro un Mele ormai salvo e senza obbiettivi. Primo tempo molto equilibrato anche se sono quasi sempre i locali ad avere l’iniziativa e colpendo anche due pali con Cacciabue. Al 44° arriva il meritato gol che firma Sampaoli. Anche la ripresa vede ritmi non altissimi e il Mura che tiene bene il vantaggio finch all’84° arriva il raddoppio su rigore trasformato da Chiu. 

Grande prestazione della Casellese, squadra già in terza categoria, che saluta il proprio pubblico con una gran vittoria sul Campi. Due squadre che possono giocare ormai senza pensieri e si affrontano alla pari per tutto il primo tempo. Al 20° Lezziero risolve una mischia portando in vantaggio gli ospiti. 

Nel secondo tempo cambia l’inerzia perché la Casellese spinge e mette alle corde i genovesi che al 70° concede un rigore, dato che il portiere Valle esce e travolge Occhipinti lanciato a rete. Lo stesso numero nove dal dischetto non sbaglia. Nell’occasione il Campi resta in dieci per il rosso diretto a Ligios, reo di aver detto qualcosa di troppo all’arbitro.

Da qui in avanti è un monologo dei padroni di casa che all’85° trovano il gol del vantaggio con un calcio di punizione di Compagnone. Campi in confusione e molto stanco, così in pieno recupero c’è gloria anche per Pisasale che cala il tris.