Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cus Genova, vittoria all’Aquila per presentarsi al meglio al big match risultati foto

I biancorossi conservano il primato; nel prossimo turno saranno ospiti del Lyons Piacenza

Genova. Weekend di luci ed ombre per le squadre del Cus Genova Rugby.

La prima squadra continua a brillare, espugnando il nido dell’Aquila con un risultato che dimostra la maturità degli ancor giovanissimi ragazzi biancorossi che giocano tutte le partite fino all’ultimo minuto, anche quando non danno il meglio di sé come accaduto questo sabato.

Davanti al pubblico delle grandi occasioni, nel quale si annidiava anche il commissario tecnico della Nazionale Conor O’Shea, vecchio amico dell’allenatore Tosh Askew, hanno imposto un sonoro 47 a 26 agli abruzzesi, i quali hanno però lottato con vigore, conquistando un punto di bonus per l’orgoglio, se non per la classifica.

Ovviamente punto di bonus anche per i liguri, utile per continuare a tenere a distanza il Lyons Piacenza che, seppur faticando un po’, riesce a portare a casa vittoria e bonus contro i giovani dell’Accademia. A questo punto si arriva allo scontro diretto di domenica prossima a Piacenza sempre con gli stessi 4 punti di vantaggio per i genovesi. Si prevede una sfida decisamente interessante.

Dopo la partita tra l’Aquila e Cus Genova, nel match internazionale di Guinness Pro 14, le Zebre hanno superato 34 a 32 i Dragons gallesi, con una meta del genovesissimo capitano Tommaso Castello.

Luci brillanti anche per la squadra Cadetta che batte senza fatica l’omologa del Recco nel derby di Serie C2 con il punteggio di 69 a 0. Per il Cus Genova 5 punti in classifica: continua la cavalcata verso gli spareggi per la promozione.

Di nuovo luci, anche queste scintillanti, per gli Embriaci: battono il Rovato 49 a 12, nel campionato Élite Under 18, con una bella prova che evidenzia i progressi di tutti, anche dei più giovani. Partita combattuta, in cui i ragazzi hanno dovuto dimostrare anche le loro doti difensive contro un avversario molto agguerrito. I coetanei del Cus Genova vengono invece sconfitti dai “cugini” dell’Amatori Genova per 26 a 15. Ragazzi un po’ distratti, avversario determinato: argomenti su cui lavorare per crescere.

Nel campionato Under 16 i genovesi arrivano un po’ troppo rilassati; giustamente si lascia spazio a chi ha giocato meno e deve sperimentare ed arriva una sconfitta, definita salutare dal vecchio (e bravo) allenatore Piero Zaami: Monferrato 12 Cus Genova 5. Nessun problema di classifica: la qualificazione era già stata conquistata da diverse giornate.

Dei più piccoli solo l’Under 12 ha giocato partecipando ad un concentramento regionale a Cogoleto, piazzandosi seconda alle spalle delle Province dell’Ovest.

I più vecchi, I Cavalieri di San Giorgio, perdono l’imbattibilità (dopo 28 partite consecutive) ad Avignone contro i padroni di casa, Les Farios, ma si riprendono battendo il Lyon, iniziando così una nuova serie di vittorie. Tutto sommato una bella avventura, nessuno si è fatto male, l’orgoglio di entrambi, italiani e francesi, è stato salvato ed il piacere di stare insieme in campo e soprattutto nel terzo tempo è stato come sempre immenso.