Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arenzano ko che costa il secondo posto. Borzoli e Campese più vicine alla salvezza risultati

Biancorossi sconfitti nello scontro diretto con l'Alassio. Si avvicina anche il Campomorone. In coda la Praese trema: ora è a -9 dalla Campese.

27^ giornata nel campionato di Promozione, Girone A, con la capolista e già campionessa, Cairese in “ferie pagate” vista la vittoria a tavolino con il Pallare (ritiratosi), tutti gli occhi erano puntati su Arenzano dove i biancorossi ospitavano l’Alassio nel posticipo delle 17:30.

Squadre divise da due punti a favore della squadra di casa alla vigilia, ma gli alassini si presentano al “Gambino” decisi a cambiare le cose e vi riescono grazie ad una gara di grande cinismo. Infatti i gialloneri si prendono la vittoria con due reti che arrivano da Lupo e Battaglia. Il primo al 47° trova il varco per sbloccare una gara difficile. Battaglia ancora non al meglio entra nella ripresa e si dimostra ancora una volta decisivo con il gol che spegne le speranze dell’Arenzano. L’Alassio si prende quindi il secondo posto a spese proprio dei biancorossi quando mancano ormai solo 3 giornate dalla fine della stagione regolare.

I primi a ringraziare l’Alassio sono i biancoverdi del Bragno, che vincono con identico risultato in casa contro il Ceriale e sono più vicini alla certezza playoff, visto che il distacco dagli stessi gialloneri, secondi e quindi al momento probabili avversari negli spareggi, è di 5 punti, mentre in caso di vittoria degli arenzanesi il gap sarebbe stato di 7 punti.

I ragazzi di Cattardico risolvono la gara nel primo tempo con i gol di Leka al 12° e Monaco al 22° che la chiude su punizione. Allo stesso tempo il Ceriale fa un passo indietro e torna in zona playout, anche se ad oggi questi non si disputerebbero vista la situazione della Praese. I biancoverdi hanno dovuto arrendersi a Loano contro i rossoblù, caricati probabilmente dalla presenza di Valentino Giusi, capitano inossidabile della Loanesi che ha festeggiato le 297 presenze con questa maglia diventando così il giocatore con il maggior numero di partite giocate nella Loanesi.

Sono gli ospiti, però che riescono a sbloccarla dopo un primo tempo equilibrato con Stefanzi che illude la Praese. Venti minuti dopo, però Babou la pareggia e si ripete all’82° ribaltando la gara e mettendo in salita la gara dei biancoverdi che alla fine si espongono nella disperata ricerca del pareggio e vengono colpiti ancora da Murabito che al 92° la chiude facendo arrivare la Loanesi a quota 40 punti.

Campionato che si fa quindi sempre più complicato per la Praese che vede allontanarsi le squadre che la precedono. La Campese ottiene un punto dalla difficile trasferta di Voltri contro i gialloblù. Al 16° Criscuolo porta in vantaggio i valligiani su calcio di rigore. Risultato che tornerà in parità al 65° quando Della Vecchia interviene in area e batte Chiriaco per l’1-1 che resterà il punteggio finale. Voltrese che fa un piccolo passo avanti ed è ormai vicinissima alla salvezza, Campese che allunga sulla Praese salendo a +9 sui biancoverdi.

Giornata da incorniciare per il Borzoli che ha festeggiato, prima della gara, la richiesta originale di Piovesan, numero uno della squadra di Repetto, il quale ha fatto la richiesta di matrimonio alla compagna in tribuna nel pre partita. A Genova arriva l’Ospedaletti che non ha più nulla da chiedere al campionato ed infatti approccia in modo troppo “leggero” alla gara. All’11° infatti Vitellaro interviene su calcio d’angolo e porta in vantaggio il Borzoli.

La rete risveglia gli ospiti che pareggiano immediatamente con Negro che da due passi risolve una mischia dopo un calcio piazzato. Il Borzoli viene sorpreso e subisce un raddoppio lampo, al 14°, un minuto dopo il pareggio Alasia raddoppia con un tiro dal limite. Quando Sturaro cala il tris al 36° con una gran botta da posizione defilata, l’Ospedaletti ha in mano la gara.

Nel secondo tempo, però cambia tutto e il Borzoli si rianima accorciando con Mendez al 52° sugli sviluppi di un corner. Passano otto minuti e Sciutto interviene sotto porta piazzando una zampata che regala il pareggio ai padroni di casa. Il pubblico spinge e al 69° il Borzoli completa la remuntada con la doppietta di Mendez, provvidenziale nel suo intervento sul secondo palo su punizione di Esibiti. Il Borzoli vince per 4-3 al termine di una delle più avvincenti partite del campionato.

Vittoria in rimonta anche per il Campomorone che a Taggia va sotto al 43° con il gol del “solito” Rovella, ma nel secondo tempo Curabba ribalta tutto in tre minuti. Prima con un tiro imprendibile per Ventrice, poi su calcio di rigore che consente ai valligiani di prendersi i tre punti utili per continuare a puntare in alto.

Finiscono definitivamente invece i sogni del Sant’Olcese che con il pareggio per 1-1 contro il Legino resta a 5 punti dal quinto posto. In vantaggio i savonesi al 44° con Balbi. Pareggio che giunge nel secondo tempo, al 71° con Galluzzo.