Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porti sostenibili, firmata al Mit intesa per uso Gnl. Presenti armatori e operatori settore gas

Il primo passo per una innovazione importante. Ora bisogna capire dove mettere i depositi

Genova. Accordo sull’utilizzo del gas naturale liquefatto in ambito portuale. Lo hanno sottoscritto le associazioni degli armatori, Confitarma e AssArmatori, e quelle del settore del gas, Federchimica/Assogasliquidi e Assocostieri – con il coordinamento di Assoporti – al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla presenza del Ministro Graziano Delrio.

La direttiva europea Dafi sullo sviluppo del mercato dei carburanti alternativi individua il Gnl tra i carburanti su cui puntare per ridurre le emissioni inquinanti nel settore del trasporto, e in questo contesto il trasporto marittimo è un mercato di riferimento per l’utilizzo di tale combustibile per la propulsione navale.

Le associazioni che hanno siglato l’intesa metteranno a disposizione le specifiche competenze per studiare i profili strategici, giuridico-amministrativi, di indirizzo, di formazione del personale e operativi dell’utilizzo del Gnl in ambito portuale, con la creazione di specifici gruppi di lavori.

Assoporti fornirà supporto tecnico e si farà carico di trasferire, sia in sede di Partenariato della logistica e dei trasporti che in Conferenza nazionale di coordinamento delle Autorità di Sistema Portuale, i temi e le proposte che saranno convenute dal tavolo di lavoro.

“Questo accordo – ha detto Delrio – che sono lieto di aver promosso e ospitato qui al Mit, rappresenta una cooperazione importante per fare dei porti un volano dello sviluppo economico e dell’innovazione sostenibile”. I presidenti delle associazioni coinvolte hanno definito l’intesa “un accordo storico”.