Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mense, assessori rispondono al coordinamento genitori: “Pregiudiziale opposizione, ma rimaniamo disponibili al dialogo”

Dopo la rottura dei comitati, la giunta richiama al dialogo, ma è pronta ad andare dritta per la sua strada

Genova. Prosegue la polemica sulla vertenza legata alla bando per le mense scolastiche. Dopo la “rottura” del Coordinamento dei genitori, che ieri aveva dichiarato di rinunciare a proporre alla giunta eventuali modifiche, in nottatta è arrivata la risposta della giunta attraverso una dichiarazione congiunta degli assessori Piciocchi e Fassio.

Nella nota stampa si prende atto della decisione dei comitati, ma si giudica questa “un atteggiamento di pregiudiziale opposizione a qualunque scelta che il Comune assumerà con riferimento all’oggetto e la difficoltà di esprimere una posizione congiunta”.

Gli assessori attaccano: “Compete all’Amministrazione – e non ai Vostri Comitati – valutare la sussistenza dei presupposti di legge per l’eventuale introduzione di modifiche al bando. Riteniamo indebita ogni interferenza da parte Vostra, avendo a disposizione all’interno del Comune tutte le competenze e gli strumenti per assumere le più opportune determinazioni”

La giunta, quindi, prova a ridimensionare le polemiche, depotenziando il Comitato stesso: “riteniamo corretto che non Vi auto-attribuiate un ruolo di rappresentanza generalizzata di tutta la cittadinanza genovese, in quanto i giudizi da Voi espressi, così come i contributi da Voi forniti, riflettono esclusivamente il pensiero degli aderenti ai Vostri Comitati – si legge in chiusura della nota – pensiero e contributi che rispettiamo e siamo disponibili a raccogliere e valutare nelle forme che erano state decise in occasione del precedente incontro”.

Sicuramente la cosa non finisce qui, la polemica è impiattata e servita