Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tra “allerta nera” e sondaggi continua il duello a distanza tra Arpal e iLMeteo.it. Regione pronta ad azioni legali

Dopo le accuse di allarmismo, il sito web rilancia: "Protezione Civile Ligure arriva tardi come al solito".

Più informazioni su

Genova. Toni accesi, e parole accalorate, o meglio, tuoni e fulmini tra Regione Liguria e Arpal da una parte e lo staff di iLMeteo.it, sito dedicato alle previsioni meteo, dall’altra.

ilmeteo.it

Il motivo della contesa sono i colori, essenzialmente: nei giorni scorsi, infatti, dalla pagina web del sito di meteorologia è stata lanciato l’allarme per una “Allerta Rossa”, subito smentita dai tecnici di Arpal e Regione, che hanno prima diffuso avvisi di allerta gialla, e poi, ieri sera, arancione, intesa per la giornata di oggi.

Nel volere fare chiarezza, da Regione Liguria sono arrivate pesanti critiche alla pagina, gestita dall’omonima società privata, rea, secondo i tecnici, di fare cattiva informazione, utilizzando una terminologia tecnica in maniera quanto meno forzata e confusiva. Tanto da far sì che nelle stanze della Regione si stia accarezzando l’idea di una denuncia per procurato allarme.

In queste ore, la polemica continua, anzi, aumenta, come la pioggia: nelle prime ore della mattina, infatti, sulla pagina web è comparso un sondaggio, che invita i lettori a decretare che tipo di allerta sarebbe da dare sulla base dei dati e delle cartine prodotte.

“Come al solito la protezione civile Ligure arriva tardi ed eleva solo adesso la criticità a poche ore di distanza dall’evento!! Noi da giorni che lo diciamo! – si legge sulla pagina facebook – Ma ancora non avete ancora capito che un sito meteo privato ha solo l’interesse di fornire un servizio di qualità? È come qualsiasi altra attività che si basa sul merito e sul mercato ! E basta con sta storia dei click”.

“Sulla vita delle persone e sulle allerte meteo, che sono di diretta competenza regionale, è vietato scherzare, in particolare modo in Liguria. Ci muoveremo legalmente per tutelare i cittadini e il nostro lavoro contro chi fa del terrorismo sul meteo”. Questa la risposta dell’assessore alla protezione civile della Regipne Liguria, Giacomo Giampedrone, che ha preso molto sul serio la scelta di un sito meteo specializzato di lanciare un posto in cui parlava di “allerta rossa” sulla Liguria.

“Questi siti possono solo fare previsioni meteo – spiega – e non certo fare il mestiere della Protezione Civile che ha il compito di decidere le allerte. Non si può usare una terminologia che è propria della Protezione Civile e non si può, certo, usare il codice colori, che è frutto di una legge nazionale”.

Giampedrone, quindi, annuncia anche la decisione di passare alle vie legali. “Ho chiesto ai legali di protezione civile e Arpal di studiare un fascicolo che, appena finita questa allerta, depositeremo. Credo che questo sia anche uno spartiacque per una situazione diventata, francamente, incontrollabile. Attendo la relazione finale per poterla depositare in Procura, poi toccherà ad altri valutare se ci sono tipologie di reato”.

Secondo iLMeteo.it è una questione di numeri, arrivando ad aggiungere un colore a quelli codificati: “Lazio ha diramato allerta gialla come la Liguria … con un ventesimo della pioggia che cadrà in Liguria… ma allora se quella è gialla in Liguria nera?” è la domanda provocatoria che si trova nei commenti del post, firmata dallo staff della pagina. Evidentemente la “bufera” è lontana dal placarsi.

(foto tratta da ilmeteo.it)