Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Super freddo”, Comune dialoga con associazioni per assistere i senza dimora: “Vogliamo mettere tutti al riparo”

Il delegato alla Protezione civile Sergio Gambino: “Anche Tso piuttosto che avere vittime”

Genova. In vista dell’ondata di gelo attesa dal fine settimana e fino ad almeno a mercoledì, sono 153 i posti letto a disposizione delle persone senza fissa dimora secondo i piano di accoglienza approntato dal Comune di Genova e dal Coc, il centro operativo comunale, che si è riunito oggi al Matitone.

“Non ci preoccupa la neve – dice Sergio Gambino, consigliere delegato alla Protezione civile e Volontariato – ma le temperature rigide. Per questo abbiamo messo a disposizione un numero di posti letto più alto rispetto al passato”. Le strutture si trovano in vico Stoppieri, a villa San Teodoro, alla “Casetta” di salita Nostra Signora del Monte, presso la fondazione Auxilium, al Massoero e alla clinica chirugica San Martino, tornata disponibile dopo che per lungo tempo aveva ospitato alcuni richiedenti asilo.

“Stiamo lavorando con tutte le associazioni del territorio che collaborano da tempo con il Comune – continua Gambino – per mettere al sicuro quelle persone che non vogliono trovare riparo ed essere aiutate. Le realtà di volontariato, che li conoscono, faranno opera di persuasione. Non vogliamo arrivare a soluzioni drastiche e obbligare forzatamente le persone attraverso dei trattamenti sanitari obbligatori, ma valuteremo anche quello se servirà a evitare dei decessi”.