Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rari Nantes Sori a caccia dei 3 punti con Chiavari per allontanarsi dalla zona a rischio risultati

I biancogranata dovranno fare a meno del portiere titolare Filippo Agostini

Sori. Un’altra finale, come quelle già disputate contro Cagliari e Arenzano, non per declassare le altre partite, ma per la valenza di un incontro con una diretta concorrente per la salvezza.

Siamo alla vigilia di Chiavari-Sori, gara che vale molto e, in un senso o nell’altro, potrebbe dare una svolta al campionato dei biancogranata.

Dopo la sconfitta arrivata contro il Lavagna 90, l’obiettivo è ripartire dai primi due tempi di sabato, lavorando invece sui troppi contropiedi e gli errori banali commessi nella gestione del pallone.

Questione di atteggiamento, scarsa concentrazione o poca esperienza in determinati frangenti. A Chiavari la squadra sorese dovrà andare con la consapevolezza dell’importanza dell’incontro, la convinzione di avere un vantaggio di 6 punti proprio sui verdeblù, ma anche con la giusta pressione e presa di coscienza che, se per i ragazzi di Mangiante una sconfitta potrebbe significare perdere un treno importante, per Sori un pareggio o una vittoria sarebbero un bottino utile per incrementare il gap con le inseguitrici.

Pesante tegola in casa granata, che a nemmeno due giorni dalla gara, oltre ad alcune defezioni di alcuni giocatori, tutti recuperati, perde il suo portiere titolare. Filippo Agostini è fermo ai box per febbre alta e un colpo preso alla schiena nella sfida contro il Lavagna. Sarà sostituito tra i pali da Alessandro Benvenuto, classe 2000, sorese di nascita, prodotto del vivaio, all’esordio in una partita dalla valenza così importante. Dovranno essere i compagni a metterlo a suo agio e ad aiutarlo anche nelle difficoltà.

L’avversario Chiavari non vale i soli 3 punti fin qui conquistati, l’equilibrio sarà totale e la gara si giocherà su un filo sottilissimo. La spunterà la difesa migliore, visto che entrambe fin qui hanno preso un po’ troppi gol.

L’attenzione granata dovrà focalizzarsi sul mancino Tabbiani, miglior marcatore dei suoi, Barrile e Prian, senza dimenticare l’ex di turno Cambiaso, da tener d’occhio al centro.

Servirà prima di tutto recitare un unico spartito, remare nella stessa direzione, sacrificarsi l’uno per l’altro. Solo così, memori anche della sfida dell’anno scorso in quel di Chiavari, si potrà uscire indenni dalla vasca, sapendo già il risultato di Promogest-Como, che giocheranno alle 15, e aspettando quello di Arenzano-Crocera, in posticipo.

Per il Sori l’opportunità di staccare le dirette concorrenti c’è, ma nessuno regalerà niente. L’appuntamento è per sabato 10 febbraio, piscina comunale di Chiavari, fischio d’inizio ore 17,30.