Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Erasmus, a Genova contributi sino a 900 euro al mese per 600 destinazioni in Europa

Bando per gli studenti dell'Università di Genova aperto sino al 5 marzo

Più informazioni su

Genova. Oltre 600 destinazioni in Europa e contributi per la mobilità a fini di studio sino a 900 euro per gli studenti più meritevoli nella fascia di reddito più bassa. Così l’Università di Genova incentiva esperienze all’estero dei propri iscritti attraverso il nuovo bando Erasmus Plus con domande per ottenere le borse da presentare entro il prossimo 5 marzo. L’ateneo del capoluogo ligure ha deciso di erogare integrazioni ai contributi base previsti dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea.

L’importo segue uno schema che prevede una graduazione in base al reddito della famiglia e ai risultati conseguiti durante il soggiorno. Nel caso delle mobilità a fini di studio, il contributo base previsto dall’UE varia da 250 a 300 euro al mese, in base al Paese di destinazione.

L’integrazione dell’università di Genova in base al reddito familiare sarà compresa tra i 200 e i 450 euro al mese. Ulteriore integrazione dell’ateneo, in base ai crediti formativi ottenuti per mese conseguiti dallo studente, varierà da 0 a 150 euro mensili.

In totale, uno studente nella fascia di reddito più bassa potrà contare su un contributo mensile fra 750 euro e 900 euro, in base ai risultati che conseguirà. Per i redditi più elevati o in assenza di certificazione del reddito, il contributo mensile sarà fra 500 euro e 650 euro.

Prevista una diminuzione di 50 euro per i soggiorni in Paesi dove il costo della vita è più basso. Contributi analoghi verranno erogati per i soggiorni a fine di tirocinio. All’Università di Genova è aperto anche il bando relativo al programma di mobilità della rete Cinda, col quale gli studenti dell’Università di Genova possono raggiungere 34 università dell’America latina, con sede in 14 diverse nazioni. Le domande vanno presentate entro il 23 febbraio.