Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella: buon punto a Carpi risultati fotogallery

Reti inviolate in una partita che ha visto i chiavaresi fare meglio dei padroni di casa

Chiavari. Continua la crescita dell’Entella che prende un buon punto a Carpi ma soprattutto fornisce una prestazione di grande solidità in ogni reparto e la conferma di un atteggiamento determinato dal primo al novantesimo minuto fatto di grande concentrazione, voglia di lottare su ogni pallone in qualsiasi zona del campo.

Mister Aglietti aveva espresso proprio nella conferenza stampa della vigilia tutta al fiducia in una grande prestazione in base al riscontro del campo che resta il giudice più attendibile. L’adattamento al 3-5-2 ha portato evidenti progressi di gioco e non solo. Il centrocampo folto permette ad ogni giocatore di essere utile al pressing ad aiutarsi con umiltà e spirito di sacrificio. Non una rincorsa risparmiata, non un contrasto evitato, non un pallone irragiungibile.

Proprio in virtù di questo nuovo atteggiamento messo in campo ormai da qualche giornata dai biancocelesti, al Cabassi ne è uscita una partita nella quale all’Entella è mancato solo il gol, problema peraltro che la squadra chiavarese si porta dietro ormai da qualche tempo. Per questa trasferta, sulla quale aleggiava lo spauraccho del maltempo, poi derubricato a previsioni troppo pessimistiche, Aglietti ha scelto di gestire una settimana densa di partite visto il turno infrasettimanale di martedì contro il Cittadella. Si spiega cosi, anche in virtù di un piccolo acciacco alla caviglia, l’esclusione di La Mantia dall’undici iniziale con De Luca a far coppia con Aramu. Per il resto formazione confermata con il ritorno di Ceccarelli al posto di De Santis.

L’avvio dei chiavaresi è subito positivo: ben disposti in campo, gioco sempre molto largo a sfruttare tutta l’ampiezza del rettangolo di gioco, là dove Aliji e Belli si fanno sempre trovare sulla linea dell’out pronti ad accompagnare l’azione. Anche in avanti De Luca ed Aramu si muovono molto e creano gli spazi per gli inserimenti dei centrocampisti, un po’ meno incisivi di sabato scorso in questo senso. Il Carpi, reduce dalla brutta sconfitta di Foggia, è palesemente una squadra impaurita anche dall’avvio dell’Entella e impiega parecchio prima di farsi vedere dalle parti di Iacobucci. Il primo pericolo infatti lo crea De Luca che gira bene in acrobazia un gran cross di Belli. Ci prova anche Acampora dal limite ma il suo mancino è appena largo. Il primo pericolo per Iacobucci arriva al 40° ed è innescato da un errore difensivo che permette a Mbakogu di calciare trovando la respinta dell’attento portiere.

Prima dell’intervallo Aramu calcia bene sul secondo palo una punizione dalla trequarti cercando la testa di Cremonesi che viene anticipato di un soffio. Anche al ritorno dagli spogliatoi è la squadra di mister Aglietti a dirigere il gioco con un gran possesso di palla, la ricerca continua della profondità talvolta con qualche errore di misura ma apprezzabile nelle intenzioni. Il Carpi continua ad essere contratto, fatica a trovare le punte, Melchiorri non è mai pericoloso e Mbakogu spesso sconfitto nei pochi duelli con la difesa ospite. Un’ottima occasione arriva subito sulla testa di Aramu che servito al bacio da Belli gira debolmente tra le braccia di Colombi, confermando da un lato le difficoltà con il gol e dall’altro la capacità ritrovata di costruirle. Aglietti deve rinunciare a Belli, tacchettato da Sabbione sotto gli occhi dell’arbitro che non interviene.

Saranno venti i punti di sutura per Francesco Belli, che ha rimediato una ferita lacero contusa alla tibia destra. Il giocatore è stato trasportato all’ospedale civile Ramazzini dove è stato raggiunto al termine della gara dal medico sociale Riccardo Saporiti. Belli ha poi raggiunto Chiavari in serata.

Entra De Santis, poco dopo anche Di Paola al posto di Acampora e ancora una volta gli innesti dalla panchina mostrano l’omogeneità che il tecnico sta plasmando su questa rosa sia nell’atteggiamento che sul piano tecnico. L’Entella continua a pressare, il Carpi si difende e solo con l’ingresso di Garritano riesce ad impegnare un paio di volte in pochi minuti Iacobucci. Negli ultimi minuti Aglietti prova anche la carta La Mantia e il centravanti si mostra subito utile per spizzicare palloni interessanti. Nei cinque minuti di recupero l’Entella assedia l’area del Carpi, batte angoli a ripetizione ma manca sempre la zampata finale. Cosi come sabato scorso, l’ultima occasione è ancora per De Luca che conquista un buon pallone dal limite si accentra cerca e trova lo spazio per il tiro ma lo effettua debole e centrale.

Rimane sicuramente più di un rimpianto perché il dominio di gioco biancoceleste è stato talmente evidente che avrebbe meritato i tre punti, ma è tanta comunque la soddisfazione per la personalità e la determinazione messa in campo da tutti i chiavaresi generosi a pressare con tanto agonismo fino al triplice fischio dell’arbitro. Basti pensare che nei cinque minuti di recupero il Carpi non è riuscito ad uscire dalla propria metà campo perché l’aggressività dell’Entella aveva sempre la meglio nel tentativo di strappare sul filo di lana una vittoria.

Tante le note positive e alcuni problemi, cronico quello con il gol, ancora da risolvere ma l’Entella c’è con la testa giusta e con le gambe cariche elementi imprescindibili per una squadra che sa di dover lottare ancora e tanto per centrare la salvezza. Gli uomini guidati da Aglietti si ritroveranno già questa mattina in campo per iniziare a preparare la non facile partita contro il Cittadella, ma come detto dal tecnico proprio in settimana il Comunale deve tornare ad essere la fonte principale di punti per l’Entella che per far questo, al di là delle previsioni meteo catastrofiche e spesso inesatte, avrà bisogno ancora una volta dell’appoggio dei propri tifosi.

Il tabellino:
Carpi – Virtus Entella 0-0 (p.t. 0-0)
Carpi (4-4-2): Colombi; Di Chiara, Poli, Ligi, Pachonik (s.t. 19° Mbaye); Pasciuti, Verna, Sabbione, Concas (s.t. 11° Garritano); Melchiorri (s.t. 34° Malcore), Mbakogu. A disposizione: Serraiocco, Capela, Giorico, Bittante, Saric, Calapai, Jelenic, Nzola, Saber. All. Calabro.
Virtus Entella (3-5-2): Iacobucci; Ceccarelli, Benedetti, Cremonesi; Belli (s.t. 20° De Santis), Acampora (s.t. 24° Di Paola), Ardizzone, Crimi, Aliji; De Luca, Aramu (s.t. 36° La Mantia). A disposizione: Paroni, Massolo, Icardi, Pellizzer, Gatto, Llullaku, Petrovic, Currarino, Brivio. All. Aglietti.
Arbitro: Balice (Termoli). Assistenti: Sechi (Sassari) e Grossi (Frosinone). Quarto uomo: Minelli (Varese).
Ammonizioni: p.t. 27° Ceccarelli (E), 36° De Luca (E), 44° Ardizzone (E); s.t. 19° Sabbione (C), 25° Ligi (C).