Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rugby: Pro Recco in campo al Carlini per meritarsi la poule Promozione risultati

C'è il Cus Genova, già ammesso alla seconda fase che conta, tra i biancocelesti e l'obiettivo da raggiungere

Recco. Terminate le festività, gli Squali della prima squadra sono tutti rientrati e tornati al lavoro agli ordini di coach McLean per preparare il prosieguo del campionato e, soprattutto, la partita più importante, cioè il derby di ritorno contro il Cus Genova, in programma allo stadio Carlini nel capoluogo ligure domani, domenica 14 gennaio, alle ore 14,30.

Il calendario non poteva essere più beffardo di così: il Recco si giocherà l’ultima chance di mantenere il terzo posto in classifica e dunque di accedere alla poule Promozione proprio sul filo di lana della prima fase del campionato e proprio sul campo di un avversario che non è mai una squadra qualsiasi.

Nei quattro gironi della prima fase di Serie A, i giochi per la suddivisione delle squadre in vista della seconda fase del campionato sono tutti già fatti eccetto che per Pro Recco ed Accademia, che si giocheranno nel rush finale l’ultima possibilità per la terza piazza finale del girone 1: gli Squali, come detto, sul campo del Cus Genova (già sicuro del secondo posto), mentre gli Accademici saranno ospiti sul campo del fanalino di coda Cus Torino.

La graduatoria attualmente vede i biancocelesti terzi con 22 punti e i giovani federali quarti a 19. Agli Squali servono dunque 3 punti per essere matematicamente sicuri di acciuffare l’ultimo posto in palio per la poule Promozione. Peraltro, l’equilibrio tra le due squadre, per quanto riguarda i primi parametri da considerare in caso di eventuale parità finale in graduatoria, è totale: gli scontri diretti sono uno a uno ed è identica persino la differenza punti negli stessi, cioè 35 per parte. La classifica attuale del Recco è figlia di un ottimo girone di ritorno, nel quale i ragazzi guidati da McLean hanno conquistato tre vittorie consecutive in quattro partite, di cui due fuori casa, una proprio sul campo dell’Accademia. A pesare è il difficilissimo avvio di campionato che ha visto i biancocelesti raccogliere solo 3 punti nelle prime tre giornate, con due sconfitte di seguito in casa maturate entrambe su rimonte degli avversari sul filo del fischio finale.

Il gruppo, giovane e coeso, ha saputo restare unito e concentrato sul lavoro da fare, sotto la guida del coach neozelandese Callum McLean, 41 anni, arrivato a Recco dopo 13 stagioni a Biella, dove è stato prima centro e poi responsabile tecnico. “Cal” ha portato con sé un’idea di gioco ed una mentalità del tutto nuove per Recco, che hanno subito convinto e coinvolto i suoi giocatori e che richiedono tanto lavoro per essere assimilati e messi a punto. Con lui alla guida tecnica e Davide Noto che segue il pacchetto di mischia, per gli Squali e tutta la Pro Recco Rugby si è aperta una fase completamente nuova.

Ancora ai primi passi di questo progetto proiettato su più anni, lui e i suoi ragazzi si trovano ora a preparare una partita ricca di significato ed implicazioni: certo, la stagione in corso non è stata immaginata per puntare alla promozione in Eccellenza o ai playoff, però la mentalità deve sempre essere orientata verso la crescita e la vittoria. Sono tre le cose principali che McLean chiede ai suoi ragazzi per questa partita, che sono poi i cardini del suo lavoro nel complesso: la prima è la concentrazione individuale sugli obiettivi da raggiungere in ogni partita, per permettere alla squadra di giocare bene, il secondo punto è la disciplina, per non regalare punti agli avversari, il terzo è il divertimento, perché un approccio positivo permette di giocare con sicurezza e di vivere ogni partita come un’occasione per dimostrare quel che si è in grado di fare.

Per quanto riguarda la seconda fase del campionato di Serie A che quest’anno non avrà nessuna retrocessione (in preparazione alla riforma dei campionati in vigore dalla stagione 2018/2019), la Tossini Pro Recco Rugby, se dovesse accedere alla poule Promozione 1 si scontrerebbe con Lyons Piacenza, Cus Genova, Cavalieri Prato Sesto, L’Aquila e Benevento, mentre, se dovesse passare nella poule Retrocessione 1, gli avversari sarebbero VII Torino, Cus Torino, Primavera Roma, Rugby Perugia e Gran Sasso. I relativi calendari verranno fatti e comunicati nei prossimi giorni e la seconda parte del torneo inizierà subito domenica 21 gennaio.

In questo weekend tornano in campo anche altre compagini biancocelesti: oggi tocca all’Under 16 (al Carlini contro le Province dell’Ovest), all’Under 12 (a Sant’Olcese) e al minirugby (a Savona), mentre domani, oltre alla prima squadra, riprendono il loro campionato gli Squaletti Under 18 élite (alle ore 12,30, a Recco, contro Rovato).