Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Frana a Cavi, i rimborsi di Autostrade (al 70%) solo per pendolari e residenti foto

Dovranno avere almeno 10 ricevute di pagamento delle tratte Chiavari Sestri Levante o Lavagna Sestri Levante, il 19 dovrebbe riaprire la Aurelia su una sola corsia

Genova. Con una lettera di Autostrade per l’Italia indirizzata a Regione Liguria e ministero delle Infrastrutture e Trasporti è ora ufficiale. I cittadini che dal 4 gennaio sono costretti a percorrere la A12 tra Sestri Levante e Lavagna a causa della frana presso le gallerie di Sant’Anna saranno rimborsati del pedaggio.

L’agevolazione – spiega Autostrade – così come accaduto nel 2016 per la frana sulla Aurelia ad Arenzano, prevede a carico del concessionario un rimborso pari al 70% del pedaggio, previa presentazione di blocchi di 10 ricevute di pagamento (contanti, viacard o tramite carte di credito/devito) per i tratti autostradali Lavagna e Sestri Levante o Chiavari Sestri Levante per i transiti effettuati da veicoli di classe A (auto) corredati da un’autocertificazione relativa al luogo di residenza, che deve essere compreso tra i comuni dell’area interessata dall’evento, o a motivi di pendolarismo.

L’importo sarà corrisposto ai richiedenti nel mese di febbraio presso il punto Blu di Rapallo, di Genova Ovest e di Genova Sampierdarena a fronte delle ricevuto di pagamento emesse fino al 19 gennaio, data prevista per la riapertura, o al massimo entro il corrente mese di gennaio, qualora la data di riapertura della viabilità a senso unico alternato sia rinviata.

Anas intanto al lavoro anche oggi e domani con doppie squadre per garantire il ripristino delle condizioni di sicurezza e far riaprire la Aurelia, appunto, entro il 19 gennaio.