Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Chiavari in trasferta a Quartu Sant’Elena: le parole degli ex Alessio Cambiaso e Leonardo Cavo risultati

Il tecnico Andrea Mangiante: "Penso sia giunto il momento di cambiare registro"

Chiavari. Un vero tour de force per la Chiavari Nuoto si prospetta per la trasferta a Quartu Sant’Elena.

Partenza alle ore 4,30 del mattino, arrivo all’aeroporto Il Caravaggio di Orio al Serio, arrivo a Cagliari Elmas alle 10,30, partita nel pomeriggio e poi ritorno subito dopo al Cristoforo Colombo di Genova, per poi fare rientro a Chiavari.

È l’adrenalina alta che tiene concentrati i ragazzi del presidente Ghio, due dei quali arrivano proprio dalla squadra di mister Pettinau a rinforzare le fila verdeblù.

Con Leonardo Cavo e Alessio Cambiaso facciamo il punto della situazione, partendo dalle loro sensazioni di ex.

Sicuramente non sarà una partita facile – afferma Leonardo Cavo, che nel Chiavari è cresciuto ed ora ritorna –. Conoscendo i miei ex compagni di squadra e il loro spirito, so che daranno l’anima. Per me sarà un’emozione particolare tornare a giocare a Quartu. È stato un anno bellissimo, ho maturato un’ottima esperienza, i compagni sono stati fantastici. Noi ce la metteremo tutta perché abbiamo bisogno di punti, loro altrettanto, quindi prevedo una gara all’ultimo sangue”.

Ho un bel ricordo dell’anno passato – prosegue Alessio Cambiaso –, è stato bello ed emozionante. Sarà una gara durissima, perché loro cercheranno l’occasione per realizzare i 3 punti, di cui anno bisogno, come pure noi. Per questo, sapendolo, noi daremo veramente il massimo, cercando di toglierci da quest’odiosa posizione a zero punti ed iniziare veramente il nostro campionato”.

Ambiente, affluenza in piscina e influenza del pubblco sugli avversari. Come si vive nella piscina di Quartu Sant’Elena?

A Quartu Sant’Elena – dice Cavo – gente ne viene solitamente. Ovviamente, in termini generali, si può fare di più perché la pallanuoto tradizionalmente è sport povero e poco visto. Però la passione si riscontra, un certo interesse per la pallanuoto c’è ed anche per questa squadra, che al tempo della Serie A mi dicono catalizzasse molto interesse“.

L’ambiente non sarà facile – rincalza Cambiaso – perché quando lo scontro è diretto e i punti valgono il doppio, il tifo del pubblico aumenta in misura esponenziale. Noi lo sappiamo e faremo di tutto per portare a casa questi benedetti tre punti che ci mancano dall’inizio del campionato”.

Chiude la presentazione il tecnico, Andrea Mangiante, anch’egli, come tutta la squadra, alla ricerca del cambio di marcia.

Penso sia giunto il momento di cambiare registro – dichiara -. Vedo una squadra molto vogliosa e concentrata, desiderosa di scendere in vasca al più presto, smaniosa di tuffarsi in una situazione totalmente diversa dal campionato che si è giocato fin’ora. Ci sono state un po’ di situazioni particolari, ma noi dobbiamo affrontare la gara come se il nostro campionato iniziasse adesso“.

Che tipo di avversari ti aspetti?

Sarà una squadra un poco diversa da quella dell’anno scorso. Secondo me si è un poco indebolita, tanto è vero che Cambiaso e Cavo sono da noi ora, mentre altri sono emigrati in restanti zone d’Italia. È una squadra formata essenzialmente da prodotti locali, forse di minor qualità, ma di grande orgoglio. Il campo non è tra i più facili. L’anno scorso stavamo conducendo la partita agevolmente e hanno fatto in modo di farli rientrare in partita, situazione, questa, su cui noi abbiamo imbastito un po’ di polemica. C’è anche dunque da considerare l’incidenza del fattore campo che dobbiamo superare”.

Come avete affrontato questo lungo periodo di sosta in proiezione del nuovo anno?

“Lo abbiamo capitalizzato al meglio. Abbiamo usufruito di sette/otto giorni di riposo che sono serviti a staccare la spina, ma anche a ricaricarci per il nuovo anno, visto che adesso ci aspettano cinque mesi ininterrotti senza soste, ma abbiamo effettuato una serie di allenamenti intensi. La risposta dei giocatori è stata ottima, tutti hanno risposto con entusiasmo e dedizione fisica, al punto che ora stiamo lavorando sulla rifinitura. Adesso dobbiamo solo andarci a prendere i punti che ci servono“.