Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Champions League, la Pro Recco parte piano poi dilaga: 13 a 5 al Sabadell fotogallery

Quinta vittoria in sei partite: il terzetto di testa resta unito

Genova. Tutto secondo copione: la Pro Recco sconfigge gli spagnoli del Sabadell per 13 a 5 nella sesta giornata di Champions League grazie ad un terzo quarto devastante (6 a 0 il parziale).

prorecco

La vittoria arriva in una Piscina di Albaro gremita, con l’iniziativa di solidarietà in favore della famiglia di Fabio Gardella, il tecnico di nuoto della Sportiva Sturla deceduto qualche giorno prima di Natale, che ha richiamato tante società di Genova e del Tigullio. I 3 punti consentono alla squadra guidata da Vujasinovic di mantenere la vetta della classifica al pari di Szolnoki e Spandau.

La Pro Recco ci mette un po’ a carburare: al gol di Filipovic su rigore guadagnato da Aicardi dopo 28 secondi, risponde la doppietta di Lopez Escribano. I gol del numero 7 spagnolo sono benzina sul sacro fuoco del team biancoceleste che con Alesiani ed Echenique ribalta il match prima che suoni la prima sirena.

Nei successivi otto minuti è Aicardi, con l’uomo in più, a bucare subito Motos. Passano 130 secondi e il Sabadell si riporta a meno 1 con la marcatura di Carrillo. La Pro Recco però allunga grazie a Mandic, bolide a bucare sul lato corto il numero uno avversario, e a Di Fulvio, tiro a incrociare imparabile, per il 6-3 di cambio campo.

La resistenza dei catalani vacilla ancora sotto i colpi del pescarese, a segno due volte nel primo minuto e mezzo del terzo tempo. Ivovic e la controfuga di Mandic tracciano il solco: ad Albaro il punteggio è sul 10-3 quando resta ancora metà parziale da giocare. La Pro dilaga ancora con Ivovic e Molina, in superiorità da posizione quattro, mentre Tempesti esalta il pubblico respingendo il rigore di Fenoy.

L’ultimo tempo è poco più di un allenamento con gli allenatori che mandano in vasca i rispettivi numeri 13, Massaro e Mardones. La Pro Recco trova ancora la via della rete con Echenique ma deve capitolare dopo quasi 19 minuti di imbattibilità sul diagonale di Carrasco imitato da Carrillo poco dopo per il 13-5 definitivo.

Solamente in avvio i biancocelesti hanno un po’ faticato. “Dopo i tanti carichi di lavoro di questa settimana – dice Vladimir Vujasinovic -, dopo le vacanze e tutto si poteva aspettare. Nei primi dieci minuti eravamo un po’ contratti, abbiamo giocato senza lucidità. Dopo in difesa abbiamo fatto il nostro e piano piano abbiamo portato la partita a casa“.

Il tabellino:
Pro Recco – Sabadell 13-5
(Parziali: 3-2, 3-1, 6-0, 1-2)
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio 3, Mandic 2, Alesiani 1, Molina 1, Bodegas, A. Ivovic 2, Echenique 2, Figari, F. Filipovic 1, Aicardi 1, N. Gitto, Massaro. All. Vujasinovic.
Sabadell: Motos, S. Cabanas, O. Carrillo 2, Matoso, Gorria, J. Bustos, Lopez-Escribano 2, Muller, Fenoy, Gallego, Carrasco 1, V. Cabanas, Mardones. All. S. Gomez.
Arbitri: Szekely (Hun) e De Jong (Ned).
Note. Usciti per limite di falli: nessuno. Superiorità numeriche: Pro Recco 4 su 8 più 1 rigore segnato, Sabadell 2 su 5 più 2 rigori di cui 1 segnato.

Gli altri risultati del gruppo B:
ZF Eger – AZC Alphen 15-4
Jadran Herceg Novi – Szolnoki 6-14
Steaua Bucarest – Spandau 04 Berlin 5-6

La classifica del girone B dopo 6 turni: Pro Recco, Szolnoki, Spandau 04 Berlin 15; Jadran Herceg Novi, Eger 10; Sabadell, Steaua Bucarest 3; AZC Alphen 0.