Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Omicidio Sestri levante, Barbosa non risponde al gip. Ginocchio: “Non so chi abbia preso la mia auto”

Il presunto autore materiale del delitto nega ogni addebito. Lei sceglie il sienzio

Più informazioni su

Genova. Ha risposto alle domande gip Franca Borzone ma ha negato ogni addebito Paolo Ginocchio, il 45enne in carcere da ieri con l’accusa di aver ucciso Antonino Olivieri, all’alba del 23 novembre a Sestri Levante. “Io quella notte dormivo a casa mia con Gesonita Barbosa e non mi sono mosso” ha detto al giudice che gli ha contestato come la sua auto quella mattina all’alba e anche la sera prima dalle 23 a mezzanotte si trovasse davanti all’abitazione di Olivieri.

“Non so cosa possa essere accaduto – ha detto in maniera piuttosto confusa e frastornata Ginocchio – io so solo che ho parcheggiato l’auto la sera e la mattina l’ho trovata dove l’avevo parcheggiata”.

Ginocchio, che è stato interrogato alla presenza del suo avvocato Emanuele Olcese, a proposito delle fascette da elettricista trovate ben nascoste nella sua auto ha detto di non sapere nulla nemmeno di quelle e che “chi ha preso la mia macchina può aver messo lì anche le fascette”.

A proposito della Barbosa – che invece si è avvalsa questa mattina davanti al gip – ha detto che sapeva del suo problema con il gioco ma che da quanto stavano insieme le cose andavano meglio: “Certo ogni tanto litigava con l’ex marito perché non gli passava gli alimenti” ha spiegato. Lui invece Olivieri in pratica non lo conosceva: “L’ho visto solo una volta” ha detto.