Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lotta allo spreco alimentare, Qui Group dona alla Croce rossa un furgone refrigerato per le consegne

Oggi a Tursi il capogruppo di FI Mario Mascia ha presentato una proposta per la riduzione della Tari a chi dona l'invenduto

Genova. Ridurre la Tari progressivamente alle utenze non domestiche a quelle aziende e attività produttive in genere che “cedono a titolo gratuito prodotti alimentari derivanti dalla propria attività, direttamente o indirettamente, alle persone e alle famiglie indigenti e in maggiori condizioni di bisogno, la tariffa complessiva è ridotta dal 3% al 30% sulla parte variabile della Tari. La proposta di variazione di regolamento della Tari è stata depositata questa mattina dal capogruppo di FI Mario David Mascia e dovrà essere calendarizzata in commissione. In dettaglio la proposta è quella di una riduzione della Tari del 3% tra 50 e 100 kg, 10% da 100 a 500 kg, 20% tra 500 e mille kg e del 30% oltre 100 kg.

La proposta è stata depositiate nel giorno in cui QUI Group Foundation, la Onlus sostenuta da QUI! Group ha deciso di donare alla Croce Rossa di Genova un furgone refrigerato per la raccolta e distribuzione del cibo invenduto a favore del progetto “Pasto Buono”. Il mezzo girerà quotidianamente per le strade del centro di Genova per trasformare il cibo invenduto in preziosa risorsa per coloro che sono in difficoltà.

I volontari della Croce Rossa di Genova raccoglieranno il cibo invenduto dei ristoranti e delle gastronomie che aderiscono all’iniziativa per donarlo alle famiglie e alle persone bisognose. Il furgone refrigerato consentirà di mantenere gli alimenti perfettamente conservati e agevolerà il trasporto lungo le strade del centro storico. La donazione del mezzo rappresenta un ulteriore passo verso la riduzione dello spreco alimentare a Genova e avviene in un giorno importante per la città. Proprio oggi, infatti, il consigliere comunale Mario Mascia ha presentato una proposta per la riduzione della TARI agli esercizi commerciali che producono o distribuiscono beni alimentari e che cedono a titolo gratuito prodotti alimentari derivanti dalla propria attività alle persone ed alle famiglie indigenti.

Le chiavi del mezzo refrigerato sono state consegnate in persona dal Sindaco Marco Bucci che, presenziando alla cerimonia, ha ribadito l’impegno del Comune nel voler affrontare in modo organico la lotta allo spreco alimentare a livello cittadino sull’esempio del progetto “Pasto Buono”, anche mediante la concessione di sgravi e agevolazioni fiscali agli esercizi commerciali donatori di cibo. “Con questa donazione il nostro impegno contro lo spreco alimentare nella città di Genova si rafforza”, commenta Gregorio Fogliani, presidente di QUI Group Foundation. “Pasto Buono ad oggi ha raccolto e donato più di 1 milione di pasti e le potenzialità di questo progetto sono ancora enormi. La riduzione della TARI comporterà un ampliamento esponenziale della rete dei donatori, permettendo un risparmio significativo agli esercizi virtuosi che donano. Un ristorante potrebbe risparmiare fino a 600 euro, mentre un supermercato arrivare addirittura a 1.500 euro”.