Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ius soli, giovedì manifestazione in zona Pré, questa volta è a favore

Il collettivo Genova City Strike insieme all'associazione Nuovi Profili e all'Unione immigrati senegalesi in piazza per dire sì alla cittadinanza legato alla nascita sul territorio nazionale

Genova. Giovedì 14 dicembre alle 18 in piazza dei Truogoli di Santa Brigida, tra Balbi e Pré, il collettivo Genova City Strike in collaborazione con associazione Nuovi Profili e Unione Immigrati senegalesi, organizzano una assemblea pubblica su ius soli e diritti di cittadinanza. E’ una delle poche manifestazioni organizzate a Genova, da mesi, a favore di queste tematiche e non contro (si pensi ai gazebo che da tempo sono portati in piazza dalla Lega Nord).

“Crediamo che sia necessaria una discussione sui diritti negati a una parte di cittadini e lavoratori che da anni risiedono sul nostro territorio – dicono gli organizzatori – sullo ius soli si è sviluppata una campagna mediatica ma i partiti che propongono quella legge fanno solo propaganda e si guardano bene dal proporla al Governo. Ciò che si vuol fare è tenere una gran parte di cittadini con diritti negati per poter usufruire di forza lavoro più ricattabile”.

Chi è nato e vive in Italia ha diritto al riconoscimento di ogni diritto di cittadinanza, secondo il collettivo Genova City Strike. “Avere una legge su ius soli e che garantisca il diritto al voto è una garanzia di uguali diritti che serve non solo ai migranti ma anche a tutti gli altri lavoratori, pensiamo infatti che nel mondo esistono solo due razze: chi sfrutta e chi è sfruttato. Noi stiamo dalla parte degli sfruttati contro gli sfruttatori. E vogliamo che i lavoratori e gli sfruttati abbiano i diritti per potersi difendere e lottare per una società più giusta e ugualitaria”.

Bruco, il degrado del fratello minore