Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Abb, lunedì nuovo sciopero con presidio contro lo scorporo

L'azienda non si ferma. Stop dalle 7.45 alle 9.45

Più informazioni su

Genova. Nuovo sciopero con presidio per i lavoratori Abb dopo la decisione della multinazionale svizzera di procedere allo scorporo di un proprio ramo d’azienda al gruppo saudita Arkad Engineering and Construction Co. specializzato nel settore OIL and GAS, attualmente privo di insediamenti produttivi in Italia e nel resto dell’Europa. La procedura coinvolge 200 lavoratori di cui una ventina genovesi. L’appuntamento è dalle 7.45 alle 9.45 davanti alla sede di via Albareto.

“Nonostante le richieste delle Organizzazioni Sindacali di sospendere la procedura di cessione, per verificare insieme ai soggetti coinvolti la trasparenza e le prospettive di sviluppo di questa operazione, tale procedura è stata avviata e si è ormai conclusa a termini di legge” si legge nel comunicato che proclama lo sciopero – l’azienda, pur presenziando agli incontri, continua a mantenere una posizione rigida e inflessibile, determinata a “chiudere” la faccenda entro fine anno. Questo comportamento è per noi inaccettabile. In ballo c’è il futuro di centinaia di lavoratori ABB e di molti altri lavoratori che, all’ombra della grande multinazionale, svolgono la propria attività presso le aziende dell’indotto”.

“Chiediamo con forza anche alle istituzioni locali di intervenire tempestivamente nei confronti di Abb affinchè sia sospesa l’operazione in corso fino a quando non avra’ luogo presso il Ministero dello Sviluppo Economico il confronto con la società acquirente, auspicando che questa sia in grado di chiarire ogni dubbio su un’operazione che rischia di rappresentare un ennesimo tassello del disimpegno industriale a Genova da parte di una grande multinazionale”.