Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sbarca anche a Genova Halalando, il tripadvisor degli hotel, ristoranti e attività “muslim friendly”

Appena aperta, la piattaforma dedicata a cittadini e turisti di fede e cultura islamica, conta in Provincia di Genova sette adesioni

Più informazioni su

Genova. Prendete Booking, Tripadvisor, qualche guida turistica e aggiungetevi la veste grafica di Airbnb (più o meno). A tutto questo sommate un obbiettivo: aiutare le persone di religione islamica a trovare luoghi, ristoranti, alberghi, locali, servizi e così via “muslim friendly”.

Il nuovo sito internet si chiama Halalando.com e raccoglie già più di cinquecento attività le quali – chi più e chi meno – si sono adeguate alle preferenze del mercato sia dei musulmani residenti e cittadini sia dei turisti in visita. Genova e provincia hanno risposto all’appello solo in minima parte, con – finora – solo 7 attività disponibili. E’ però vero che il portale è stato appena lanciato.

C’è lo storico ristorante arabo Nabil, in vico Falamonica, uno dei primissimi etnici in città, ma anche un paio di take away, Mounir in via Gramsci, Hajar Kebab in via Don Verità a Voltri, e Chicken and Chicken in via Fillak a Sampierdarena. Oltre a due centri islamici e a un locale a Chiavari, il Taj Mahal.

Bruco, il degrado del fratello minore

La piattaforma, tradotta in inglese per i turisti, è la prima del suo genere in Italia. Halalando.com si presenta a un mercato, di nicchia ma in crescita, che vede moltissime persone fare scelte ben precise, magari valutando il tipo di alimenti serviti, o il fatto che in stanza ci sia la possibilità di inginocchiarsi su un tappetino e pregare. Non solo una semplice directory halal, ma anche un luogo di recensioni, ogni attività potrà avere precisi feedback.

Per i proprietari di locali e attività che vogliano rivolgersi a questo tipo di clientela, magari anche per ampliare il proprio mercato, Halalando.com dedica un accompagnamento attraverso consulenza di esperti e corsi specifici, permettendo così alle varie attività di adeguarsi totalmente o parzialmente ai servizi halal e muslim friendly.

Le categorie indicizzate sono: ristoranti, caffetterie, fast food, osterie, pasticcerie, hotel, B&B, agriturismi, piscine, hammam e SPA, parrucchieri, musei, moschee, negozi di arredamento, negozi alimentari, negozi libri e abbigliamento, cliniche per le circoncisioni, cliniche per visite femminili.