Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recco, Roberta Pinotti inaugura la caserma dei Carabinieri: “Volto rassicurante dello Stato”

La caserma della Città di Recco è stata inaugurata, questo pomeriggio alle 15, davanti alla cittadinanza

Genova. La caserma della Città di Recco è stata inaugurata, questo pomeriggio alle 15, davanti alla cittadinanza. La Senatrice Roberta Pinotti, ministro della Difesa, insieme al Generale Tullio Del Sette, hanno scoperto – in una cerimonia davvero emozionante e dopo “Il Silenzio” eseguito dalla Fanfara della Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri di Firenze – la targa intitolata ai Martiri di Nassiriya insieme a signora Miriam Agresta, vedova del maresciallo Daniele Ghione, e Marina Brancato vedova di Giovanni Cavallaro, due dei 12 carabinieri morti nell’attentato di Nassirya. Dopo i saluti e i discorsi di rito, dunque, hanno tagliato il nastro tricolore in presenza del Sindaco della Città di Recco Dario Capurro.

“Il Primo Cittadino ha voluto fortemente la caserma – ha detto il Ministro Pinotti – Questo presidio è di fondamentale e vitale importanza e la presenza di tutti i sindaci oggi ne è la testimonianza. Quello dei Carabinieri è il volto accogliente e rassicurante dello Stato”.

Recco, medaglia d’oro al valore civile, ha scritto insieme all’Arma dei Carabinieri una storia lunga 191 anni. “L’inaugurazione di questo pomeriggio – ha detto il Sindaco Dario Capurro dal piedistallo posizionato poco distante dall’ingresso della stazione dei carabinieri – è un risultato importante che abbiamo raggiunto con grande soddisfazione. Abbiamo voluto con decisione la caserma, presidio fondamentale per la nostra comunità”.

Presenti tra le autorità anche il Cardinale Angelo Bagnasco, il prefetto Fiamma Spena, il vice presidente del Consiglio regionale Pippo Rossetti insieme ai consiglieri Lilli Lauro e Franco Senarega; l’onorevole Luca Pastorino e il vice Sindaco della Città di Recco Gian Luca Buccilli insieme alla Giunta comunale al completo. Tutti i primi cittadini del Golfo Paradiso con Giorgio D’Alia, vice Sindaco del Comune di Portofino, a rappresentare il Golfo del Tigullio così come Emanuele Cozzio per Santa Margherita Ligure. In alta uniforme i più alti rappresentanti delle Forze Armate insieme al Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette accompagnato dal Comandante interregionale di Milano Generale di Corpo d’Armata Riccardo Amato insieme al Comandante della Legione Liguria Generale di Brigata Paolo Nardone al Comandante Provinciale Colonnello Riccardo Sciuto, al Comandante della Compagnia di Santa Margherita Ligure Capitano Simone Clemente e con loro il Maresciallo e Comandante della Stazione Amedeo Bartoli.

“La caserma di Recco – ha detto il Comandante generale dell’Arma dei carabinieri Tullio Del Sette – è di vitale importanza. Il raggio di azione non copre soltanto il comune in cui sorge bensì è un punto di riferimento per tutta la zona. I sindaci qui oggi ne sono la prova”.

Alle spalle del piedistallo degli oratori c’erano i bambini della scuole elementare di Recco che hanno cantato l’Inno Nazionale – scritto dal recchelino Goffredo Mameli – sventolando bandierine tricolore.