Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Presunto errore calcolo Tari, anche il Comune di Recco si tira fuori: “Non ci riguarda”

Perché box, cantine e altre pertinenze sono considerate utenze non domestiche

Più informazioni su

Recco. Ampio risalto, in questi giorni, alla risposta scritta del Ministero dell’Economia all’interrogazione parlamentare presentata in commissione Finanze della Camera dagli onorevoli del Movimento 5 Stelle G. L’Abbate e E. Scagliusi. La problematica discussa nasce dalla struttura della tassa rifiuti che dal 2013 distingue tra utenze domestiche e utenze non domestiche.

Per le utenze domestiche, la tariffa si compone di una “quota fissa” (da moltiplicarsi per i metri quadri occupati) e una “quota variabile”, che aumenta in base al numero degli occupanti.La parte variabile della tariffa dipende dai quantitativi dei rifiuti prodotti dalla singola utenza, presuntivamente collegati al numero dei componenti. Essa pertanto è un importo fisso, che aumenta all’aumentare dei componenti ma che non varia al variare della superficie.
A Recco, ad esempio, ad una famiglia di 4 persone nel 2017 si applica una quota variabile di € 148,272051, indipendentemente dalla superficie della casa.

Il Ministero ha affermato che per le utenze domestiche “la parte variabile va considerata una sola volta e, di conseguenza, un diverso modus operandi da parte dei Comuni non trova alcun supporto normativo”. Sono invece in difetto i Comuni che, nel caso di una famiglia con casa, cantina e garage hanno fatto pagare per 3 volte la quota variabile prevista per le utenze domestiche, in aggiunta alla quota fissa variabile in base ai mq. occupati.

“Il Comune di Recco – scrive in un comunicato la pubblica amministrazione levantina – invece, non rientra nella problematica esaminata dalla sopra citata Interrogazione parlamentare di una moltiplicazione illegittima della quota variabile delle utenze domestiche, in quanto i box, le cantine e le altre pertinenze sono considerate “Utenze non domestiche – Categoria: Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta”.

Più informazioni su