Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Neve in Val d’Aveto, raffiche artiche sui monti della Liguria: le immagini della coltre bianca previsioni fotogallery

Scenari più che invernali nell'entroterra genovese, ecco cosa sta succedendo secondo i previsori del centro meteo Limet

Più informazioni su

Genova. Piste da sci e tetti innevati a Santo Stefano d’Aveto (ma anche in alta Val Trebbia) in queste ore per una circolazione atmosferica che si è impadronita della nostra regione; ecco cosa è successo nelle ultime ore e cosa succederà nell’immediato futuro secondo il centro meteo Limet, da cui abbiamo tratto anche le immagini relativa a questo articolo.

Condizioni di bassa pressione interessano il bacino centrale del Mediterraneo, portando instabilità e un ribasso consistente delle temperature dovuto a correnti di aria artica. La nostra regione ne risente soprattutto attraverso la forte ventilazione di Tramontana.

Da ieri sera e fino a domani “raffiche ruggenti di vento settentrionale che accentuano la sensazione di freddo”, scrive Limet nelle sue previsioni meteo. Temperature in picchiata libera soprattutto in quota; sui rilievi lo scarto con i valori misurati appena 24 ore fa è quantomai evidente ed il picco minimo verrà raggiunto proprio nelle prossime ore.

Ecco alcuni dati: Monte Bue (Val d’Aveto), -6.5°C, Rifugio La Terza (IM), -5.9°C, Prato della Cipolla (Val d’Aveto), -4.6°C, Monte Beigua (SV), -1.1°C

L’ingresso della perturbazione, un fronte di tipo freddo dai quadranti settentrionali, pertanto non ottimale per la causa della pioggia sul nostro territorio, è riuscito comunque a generare qualche contrasto che nella serata di ieri, domenica 12 novembre, è sfociato in qualche rovescio di pioggia. Cumulate che localmente sono riuscite a raggiungere e superare la soglia dei 10mm.

Nelle prossime ore un minimo vistoso di bassa pressione previsto sull’alto Tirreno, porterà un rallentamento dell’impulso perturbato proprio sopra il nostro Paese, la ritornante occlusa del sistema perturbato prenderà vita sui settori di medio ed alto Adriatico, scaricando abbondanti quantitativi di neve lungo i versanti padani dell’Appennino settentrionale, ne sarà coinvolta marginalmente anche la nostra regione, sono previsti accumuli di qualche centimetro sulla Val d’Aveto. Secco sulla costa ma con nubi sparse soprattutto a levante, maggiori schiarite su ponente, specie nell’imperiese.

Per un miglioramento più convincente delle condizioni atmosferiche occorrerà attendere domani, martedì 14 novembre, ancora in un contesto abbastanza ventoso e freddo.

(immagini webcam della rete Limet e del socio Limet Giuseppe Maggiolo)

Più informazioni su