Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ericsson, ricollocato dal tavolo istituzionale solo 1 lavoratore su 51

L'rsu: "L'impegno c'è ma i tempi sono troppo lunghi"

Più informazioni su

Genova. “Un incontro che continua a riportarci un impegno di Comune, Regione e Confindustria nel cercare di trovare una soluzione ma con tempi molto lunghi”. Massimo Dalla Giovanna, rsu Ericsson, riassume così il tavolo che si è svolto questa mattina in Regione con i rappresentanti delle istituzioni locali e di Confindustria per il ricollocamento dei 50 lavoratori licenziati da Ericsson nell’ultima procedura di licenziamento collettivo.

Su 51 lavoratori e a parte qualche caso di ex dipendenti che sono riusciti da soli a trovare un’alternativa sono un lavoratore su 51 è stato finora collocato con questo sistema dei curriculum consegnati da Comune e Confindustria alle aziende del territorio: “I tempi sono lunghi perché magari non coincidono con quelli delle aziende rispetto alla necessità di nuovo personale – dice ancora Dalla Giovanna – e a causa delle lungaggini della politici come nel caso dei 13 milioni di euro di residui di cassa integrazione destinati alla Liguria che la Regione vorrebbe utilizzare per misure di sostegno all’auto-imprenditoria, work experience e tirocini per il reinserimento nel mondo del lavoro ma che sono ancora bloccati”.

Intanto nei prossimi mesi si profilano nuovi ulteriori tagli al personale che, solo a Genova, ha visto i dipendenti più che dimezzati negli ultimi dieci anni: “Ericsson ha dichiarato 600 esuberi a livello nazionale – spiega Fabio Allegretti segretario Slc Cgil – A fine mese avremo un incontro con l’azienda che si è detta disponibile ad aprire una trattativa con noi prima di un’eventuale nuova procedura di licenziamento collettivo ma non siamo molto tranquilli perché abbiamo già visto come opera questa multinazionale e non vorremmo che ci convocasse oggi per dirci che domani aprono la nuova procedura”.

Più informazioni su