Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova Calcio: un poker che vale la testa della classifica risultati

I biancorossi vincono agevolmente con il Rapallo e sono primi da soli. Sestrese: prima il tracollo, poi la reazione, ma non basta, la Fezzanese dilaga. Serrà Ricco sconfitto in casa

Tanti gol nella sesta giornata di campionato in Eccellenza con partite che non hanno lesinato emozioni. Sfuma nel finale la vittoria del Pietra Ligure su un encomiabile Molassana. La squadra biancoazzurra non riesce a mantenere quindi il primo posto solitario della classifica. La gara è perfettamente in linea con la tendenza di giornata che vede rimonte, goleade e partite in bilico sino al 90°, insomma per tutti i gusti.

Il Molassana arriva a ponente deciso a fare risultato e lo fa capire dopo 30’ quando Romei serve Mancini in area, l’attaccante da due passi non sbaglia e sigla lo 0-1 che accompagna le squadre negli spogliatoi. Nel secondo tempo il Pietra rialza subito la testa e pareggia al 54° con una bella conclusione di Centino che non lascia scampo a Secondelli. Passano appena 6’ e i padroni di casa completano l’opera con Zunino che sigla il 2-1. Il Molassana accusa il colpo, ma evita di subire il terzo gol e all’87° il pareggio arriva direttamente dalla panchina con Costa che trova l’inaspettato 2-2 che regala ai genovesi un punto prezioso.

Dietro non stanno a guardare e così la Genova Calcio con un perentorio 4-0 regola il malcapitato Rapallo, in piena crisi e passa in testa al campionato. Il vantaggio biancorosso arriva dopo soli 5’ con una bomba di Venturelli da oltre 25 metri che non lascia scampo a Roi che poi uscirà per infortunio lasciando il posto ad Agozzino, che al 46°, però deve capitolare ancora a Romei che sfrutta un errore della difesa e deposita in rete il 2-0.

Ad inizio ripresa i rapallesi tentano di rientrare in gara, ma la rete dopo 5’ di Romei, su erroraccio di Agozzino che in uscita va per farfalle, consente ai biancorossi di mettere in cassaforte il risultato. Al 55° poi arriva il poker con il duo Venturelli – Romei implacabile. Tripletta per quest’ultimo che riceve dal primo un assist perfetto per il definitivo 4-0.

Vittoria importante anche per il Vado che resta in scia alla vetta, distante un solo punto ora. Contro la Sammargheritese arriva una gara che sa di esame per Del Nero e compagni. Ed è proprio l’ex Sporting Recco a sbloccare la gara dopo soli 12’ con un intervento tempestivo su corner di Ferrara. Passano altri dodici minuti e i rossoblù raddoppiano con Di Pietro ancora su assist di Ferrara. Prima dell’intervallo un altro ex Sporting, Signorini accorcia le distanze per gli ospiti riaprendo la gara.

Nel secondo tempo la gara è aperta, e solo la rete di Mengali all’85° spegne le speranze dei sammargheritesi. Vado che aggancia il secondo posto.

Vola anche l’Imperia che cala il poker in casa contro il Moconesi. Due reti per tempo certificano lo stato di forma dei neroazzurri. Protagonista di giornata senza dubbio è Sanci che firma il vantaggio al 12° con un bolide sotto l’incrocio, raddoppia alla mezzora con un altro missile dai 20 metri e chiude la gara all’80°. In mezzo il gol di Daddi per il 3-0 provvisorio, frutto di un bel duetto con Giglio. Imperia terzo, Moconesi sempre sul fondo della classifica.

Partita incredibile fra Fezzanese e Sestrese che termina con il tennistico risultato di 6-3. I padroni di casa giocano un primo tempo perfetto dominando il campo. Corvi apre le danze al 15° con un tap in facile, facile. Al 35° arriva il 2-0 firmato Cargioli, bravo a ribadire in rete la respinta corta del portiere sul colpo di testa di Corvi su calcio d’angolo. Il terzo gol è di Zavatto che irrompe di testa su corner al 37°. Al 43° poi arriva anche 4-0 che pare chiudere definitivamente i conti. Lo firma Lorenzini che di mancino mira il palo lontano e fredda Bassu, portiere della Sestrese.

Il monologo spezzino prosegue nel secondo tempo con il 5-0 ancora di Corvi che beffa il portiere con un pallonetto al 53°, poi due minuti dopo Cilia fallisce un rigore che avrebbe potuto riaprire i giochi. Al 67° Ferrante trova la rete per la Sestrese scattando sul filo del fuorigioco e battendo il portiere in uscita. Poi De Persiis al 76° e Lo Stanco all’83° illudono gli ospiti che comunque rimontano sino al 5-3. Poi i genovesi subiscono il sesto gol da Cupini che in contropiede sfrutta una squadra tutta in avanti e mette la parola fine al match.

Girandola di emozioni tra Albenga e Busalla con gli ospiti che vanno avanti già al 7° con Arnulfo cinico a segnare alla prima vera occasione della gara, poi Al 33° Badoino impatta il parziale, e nella ripresa dopo un solo minuto gli ingauni effettuano il sorpasso con Rocca. Il Busalla evita la beffa solo grazie ad una bella punizione di Compagnone sulla quale nulla può Rossi. Finisce 2-2 con un punto a testa che non serve granché a nessuno.

Tanti gol anche fra Serra Riccò e Real Valdivara con i genovesi che sfiorano l’impresa, ma si ridestano troppo tardi. La gara pare girare bene per il Serra al 5° quando Gazzo su punizione porta in vantaggio i gialloblù. Passano 7’ e Alvisi riporta in equilibrio la gara. Poi al 25° il Valdivara completa l’opera con Ortelli che insacca in controbalzo.

Nel secondo tempo i levantini partono forte e in sei minuti sembrano chiudere la gara. Ancora Ortelli protagonista al 52° con un siluro che non lascia scampo all’estremo difensore. Poi al 58°, tocca a Bertuccelli andare a segno con un controllo e tiro da applausi che regala agli ospiti il gol dell’1-4. A questo punto i locali provano a rialzare la testa e al 62° accorciano con Montecucco. Il Valdivara tiene bene in difesa, però e solo al 90° Re riesce a siglare il 3-4 risultato che poi sarà quello definitivo.

Termina in parità la gara tra Ventimiglia e Rivarolese, tanta lotta per poi non accontentare nessuno, verrebbe da dire. Infatti il pareggio non serve molto né ai ponentini, né ai genovesi che passano in vantaggio al 14° con Sighieri su calcio di rigore. Al 20° si ripristina la parità sia di reti che di rigori, perché un tocco di mano nell’area genovese permette a Trotti di trasformare il penalty dell’1-1.

Appena tre minuti e la Rivarolese reagisce ancora con Sighieri che si dimostra abile anche sui tiri di punizione: palla nel sette, e nuovo vantaggio ospite. Quando Mura al 36° trova il varco giusto per il gol dell’1-3 per il Ventimiglia pare finita. Invece nel secondo tempo sale in cattedra Salzone, fino a questo punto in ombra che con una doppietta permette ai granata di raggiungere l’insperato pareggio.