Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Case a Genova, ecco dove i prezzi sono in picchiata e dove si torna a comprare

Valpolcevera (-7,5%), ma anche Valbisagno, estremo levante e ponente secondo i dati Tecnocasa

Genova. Compravendite in crescita (+7,4%) nel primo semestre del 2017, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, per il mercato immobiliare genovese: questo anche grazie a una diminuzione dei valori media del 3% circa. Sono i dati che emergono dall’ufficio studi del gruppo Tecnocasa, una delle realtà più importanti del settore.

Valori che diminuiscono, però, addirittura del 7,5% nella macroarea della Valpolcevera tra Certosa e Pontedecimo, comprensiva di Bolzaneto e Rivarolo.

La tipologia più richiesta in città si conferma il 4 locali con il 37,3% delle preferenze. Buona la richiesta di immobili in affitto da parte di studenti e lavoratori fuori sede.

Bruco, il degrado del fratello minore

La macroarea Certosa – Pontedecimo. Come già anticipato, il valore delle case diminuisce in modo consistente in Valpolcevera (-7,5%). I potenziali acquirenti sono soprattutto persone che vivono già nel quartiere, ma grazie anche alla presenza dell’Istituto Italiano di Tecnologia, sono attivi anche investitori, che impiegano 30-50 mila euro per bilocali o trilocali da concedere in locazione. La zona più richiesta è il centro di Bolzaneto, in particolare via Zamperini e via Bettini perché sono poco trafficate e ben servite. L’edilizia è variegata e consiste in palazzi signorili dei primi anni del ‘900, che costano 1200-1400 € al mq, e complessi condominiali degli anni ’60, molto ricercati perché dotati di posto auto (il prezzo medio non supera 2000 € al mq). Valori simili per le abitazioni più signorili del quartiere Serenella, dove la media in zona è 1600-1800 € al mq per il ristrutturato e non oltre 1000 € al mq nei contesti più vetusti che necessitano di ristrutturazione. Nella parte collinare di Murta e Gemiano ci sono soluzioni indipendenti valutate almeno 200 mila euro. Rivarolo è il quartiere che piace maggiormente perché più servito, non lontano dalla fermata della metropolitana Brin. Le quotazioni si aggirano intorno a 1000 € al mq. Nello stesso quartiere sono presenti anche soluzioni più popolari costruite prima della guerra che al momento non superano i 500 € al mq. Nel quartiere di Teglia, nella parte più bassa che si sviluppa verso il fiume Polcevera, sono presenti vecchie case dei primi anni del 1900 che hanno valori inferiori a 1000 € al mq.

Calano (-4,7%) i prezzi delle abitaizoni anche nei quartieri di Marassi, Molassana e San Fruttuso, nella zona di Quinto e Nervi (-1,7%) e in quelle di Voltri, Pegli e Sestri (-0,9%).