Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Samp-Roma, Giampaolo: “Non saremo vittime sacrificali”. Al Ferraris attesi 25 mila tifosi risultati

Domani - allerta meteo permettendo - l'anticipo di campionato di Serie A

Genova. “La Sampdoria non sarà mai la vittima sacrificale”. Il tecnico blucerchiato, Marco Giampaolo, indica la strada ai suoi ragazzi in vista dell’anticipo di domani sera al Luigi Ferraris con la Roma: vuole una squadra che giochi senza pensieri perché “alla terza giornata di campionato non ci devono essere pressioni”.

Il mister avrebbe potuto ritrovare l’ex attaccante blucerchiato Patrick Schick, l’anno scorso protagonista a Genova, ma un infortunio del giocatore ne impedirà l’utilizzo da parte di Di Francesco: “Non è vero che non avevo consigliato la Roma – ha detto Giampaolo – Semplicemente gli ho detto di scegliere la squadra più consona alle sue caratteristiche”.

L’allenatore della Samp non si sbilancia sulla possibile formazione titolare: la sensazione è quella che i nuovi acquisti Duvan Zapata e Ivan Strinic possano partire inizialmente dalla panchina perché “non hanno lavorato con continuità nei loro club di appartenenza ma sono arrivati con entusiasmo. L’impatto è positivo, sono motivati”.

In difesa sulla fascia sinistra toccherà a Vasco Regini, mentre come centrale al fianco di Matias Silvestre ci sarà Gian Marco Ferrari. In attacco invece sarà l’ex giallorosso Gianluca Caprari a affiancare Fabio Quagliarella.

Domani al Ferraris – allerta meteo permettendo, sarà deciso domani se la partita si svolgerà o sarà rinviata – ci saranno almeno 25mila persone, una cornice straordinaria. E Giampaolo sa benissimo che il pubblico potrebbe dare un aiuto importante. “Sarà sempre il valore aggiunto ma dipende anche dalla nostra voglia di essere audaci: cosa che diventa un mix straordinario se unita all’entusiasmo dei nostri tifosi”. Infine, un elogio per il collega giallorosso Eusebio Di Francesco: “Lo stimo davvero tanto, merita la Roma”.

Polemica Var. “La Var? Penso sia l’antidoto per la sudditanza psicologica”, dice il tecnico della Sampdoria, dopo le polemiche arrivate dalla Capitale dai tifosi giallorossi per la designazione dell’arbitro Orsato. Il direttore di gara infatti aveva ‘seguito’ la Var in occasione del match tra Inter e Roma quando ci furono polemiche per la decisione dell’arbitro in campo di non concedere il rigore dopo un intervento di Skriniar su Perotti. “Ho visto che gli arbitri fanno meglio il loro lavoro e sbagliano sicuramente meno grazie a questa nuova tecnologia – ha detto Giampaolo – ho notato che sono senza dubbio più sereni. Poi ognuno vede il proprio colore della maglia ma sicuramente ci sono meno polemiche e più vantaggi per tutti”.