Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coppa Italia: Lavagnese agli ottavi di finale, il Molassana elimina il Ligorna

Le bianconere di mister Morbioni hanno nuovamente battuto con due reti di scarto il Lagaccio

Genova. La prima partita casalinga stagionale del Molassana non è una gara qualunque: si comincia con il derby della Valbisagno, lo scenario è la Coppa Italia ed è partita vera in virtù del pareggio della settimana scorsa tra Ligorna e Novese che lascia alle ragazze di Lo Bartolo una concreta possibilità di passaggio del turno.

Fin dalle battute iniziali le Pantere mostrano di essersi scrollate di dosso le scorie della preparazione e affrontano la gara con il piglio giusto, pressando alto e in modo coordinato, senza lasciare alle avversarie tempi e spazi per imbastire efficaci azioni offensive.

La gara si sblocca a metà tempo; un bello scambio Crivelli-Favilli-Tortarolo-Crivelli apre un varco in area per la numero 11 di casa sulla quale interviene un difensore ospite in modo scomposto e giudicato falloso dal direttore di gara: sul dischetto si presenta Tortarolo che trasforma il penalty con una secca conclusione a mezz’altezza alla destra del portiere.

Poco dopo la mezz’ora Poletto batte una punizione dalla trequarti, il rimbalzo maligno della palla costringe Denevi ad alzare la traiettoria sopra la traversa: il successivo corner, calciato con un secco rasoterra a centro area, coglie di sorpresa tutti tranne Tortarolo che mette a segno il gol del 2 a 0 con una deviazione imprendibile.

A fine frazione il Molassana legittima il vantaggio con una nuova bella azione d’attacco: Vecciu premia l’inserimento di Cozzani la cui conclusione è sventata da un’uscita di Denevi tanto tempestiva quanto coraggiosa.

Nel secondo tempo il Ligorna prova a reagire, il reparto avanzato viene rinnovato con alcuni cambi dalla panchina, ma i tentativi di attacco si scontrano contro l’impeccabile organizzazione difensiva delle pantere che concedono solo un paio di conclusioni dalla distanza che non impensieriscono più di tanto l’attenta Stevanin.

Verso il finale la partita perde una delle sue protagoniste più attese quando l’arbitro espelle Fracas per un fallo di frustrazione su Librandi con palla a distanza non giocabile. Le padrone di casa portano a termine il match con sicurezza sfruttando una condizione atletica già buona, ottima nel caso di Cozzani che nei minuti di recupero si concede un imperioso spunto offensivo sulla sinistra arginato a fatica dalla difesa ospite. Finisce 2 a 0 ed entrambe le formazioni liguri abbandonano la competizione: il triangolare viene vinto dalla Novese.

Rispetto alla scorsa stagione il Ligorna ha cambiato qualche interprete ma la qualità della squadra resta elevata: Fallico, Fracas e compagne sono una bella e giovane realtà contro la quale le altre compagini non avranno vita facile in campionato.

Le basi della vittoria di giornata del Molassana stanno in un quintetto difensivo che non concede nulla, ben protetto da un centrocampo di juniores che sopperiscono con fiato e grinta alla mancanza di esperienza e si avvalgono dell’oscuro ma prezioso lavoro di raccordo di Favilli; là davanti ci pensa Tortarolo (nella foto) a capitalizzare il lavoro della squadra. Ennesima partita da leader per Carola Librandi: prende per mano la squadra, si fa sentire nei momenti topici del match, punto di riferimento e capitano vero.

Il Molassana allenato da Berlingheri e Librandi ha schierato Stevanin, Cozzani, Pozzo, Favilli (s.t. 34° Guardo), Capua, Poletto (s.t. 7° Fernandez), Librandi, Ponzanelli, Vecciu (s.t. 38° Abondi), Tortarolo, Crivelli (s.t. 40° Diamanti); a disposizione Bacigalupo, De Agostini, De Angelis.

Dopo la vittoria casalinga per 5 a 3, la neopromossa Lavagnese si è ripetuta, rifilando altre due reti di scarto all’Amicizia Lagaccio anche sul terreno del Ceravolo. Le bianconere sono andate a segno con Cama e Cafferata; nella formazione di mister Roberto Morbioni hanno brillato particolarmente Belloni e Balbi. La difesa lavagnese ha retto alla perfezione, mantenendo inviolata la propria porta, resistendo ai tentativi di riaprire la partita da parte delle genovesi, tra le quali hanno ben giocato Pittavino e Del Francia.

Nei sedicesimi di finale la Lavagnese affronterà il Sassuolo, che ha eliminato il Bologna vincendo in trasferta 2 a 0 e pareggiando 0-0 in casa.