Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Praese, la parola al direttore sportivo Maurizio Gobbo

La Praese punta a ripetere l'eccellente campionato della scorsa stagione

Genova. E’ partita la stagione pre agonistica della Praese, che ha iniziato gli allenamenti, sotto la guida del neo mister Jerry Meledina.

A presentarci gli obiettivi della nobile società ponentina, è il direttore sportivo Maurizio Gobbo, appena passato, direttamente, dalla panchina alla scrivania.

Sorge spontaneo chiedersi il perché di tale decisione, visto le ultime eccellenti annate, con te alla guida della squadra…

“Il non riuscire a far collimare i problemi del lavoro con quelli calcistici, mi ha visto costretto a scegliere questo incarico, (ndr, tra l’altro già portato avanti in passato, sempre con la Praese); dopo aver parlato con la società, abbiamo deciso di optare per questa soluzione, a me gradita e di puntare su mister Meledina (ndr, ex Multedo) come trainer della prima squadra”.

Quali sono state le motivazioni che ti hanno indotto a scegliere Meledina?

“Passione, competenza ed ambizione sono le basi di partenza di questo allenatore, da noi ritenuto adatto a sedersi sulla nostra panchina. Meledina avrà come stretto collaboratore Giovanni Secci, mentre Roberto Ghisu sarà il preparatore atletico. Vittorio Urtis, elemento fondamentale all’interno della società, sarà un prezioso punto di riferimento, mentre il sottoscritto coprirà, per l’appunto, il ruolo di direttore sportivo della Prima Squadra e degli Juniores, con un occhio di riguardo alla leva 2001 degli Allievi, all’interno della quale ci sono elementi da seguire attentamente in chiave futura… d’altronde sui giovani è basato il mio back ground”

Facciamo il punto sul mercato estivo?

“Hanno lasciato la società: Carlos Salas, passato al Campomorone e Matteo Tamai, trasferitosi al Mele; mentre, alla voce ‘entrate’, registriamo gli ingressi di Stefano De Moro, classe ’95, ex Genoa, lo scorso anno alla Sampierdarenese; Ventura (ex Arenzano e Torriglia, neo papà da pochissimi giorni) e Mazzei (dal Borzoli); inoltre ci sarà anche Paolo Parente, classe ’97 (ndr, ex Genoa, Paganese, Casale), reduce da un infortunio, ma sono certo che lo rivedremo al più presto in campo”.

Quali sono gli obiettivi per la nuova stagione?

“La Promozione è un campionato difficile, all’interno del quale ci sono molte squadre attrezzate per primeggiare e se devo scegliere un paio di nomi, al di fuori delle favorite d’obbligo, dico di stare attenti all’Arenzano di mister Maisano e al Bragno di Cattardico, persona e trainer che stimo tanto, al pari di Carmelo Luci e Fabio Tobia. La Praese? Vorremmo ripetere lo stesso campionato della scorsa stagione e scusate se vi sembra poco”.