Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, una buona prova non basta per i 3 punti: con il Sassuolo pari a reti inviolate risultati

Nella ripresa spiccano due occasioni: Biraschi centra la traversa, un diagonale di Laxalt sfiora il palo

Più informazioni su

Genova. Buon debutto in campionato per il Genoa, che a Reggio nell’Emilia ha affrontato il Sassuolo. La partita è terminata con il risultato ad occhiali, ma i rossoblù hanno fatto vedere molto di più rispetto ai padroni di casa.

Il Genoa ha corso di più, ha tenuto bene in difesa senza commettere grosse sbavature e si è spesso affacciato con convinzione nella metà campo avversaria. Tante, però, le occasioni fallite dai rossoblù, in parte sprecate ed in parte neutralizzate dalle parate di Consigli; i liguri si sono così dovuti accontentare del pareggio.

La cronaca. Nel Genoa prima da capitano per Perin, rientrato dall’infortunio che gli costò gran parte della stagione scorsa. In attesa di poter avere la rosa completata a disposizione Ivan Juric schiera un 3-4-3 con Perin; Biraschi, Rossettini, Gentiletti; Lazovic, Bertolacci, Veloso, Laxalt; Pandev, Galabinov, Taarabt.

A disposizione ci sono Lamanna, Zima; Rosi, Cofie, Migliore, Rigoni, Omeonga, Salcedo, Zukanovic, Palladino, Centurion.

Christian Bucchi, al ritorno da allenatore in Serie A dopo quattro stagioni, manda in campo un 3-4-3 con Consigli; Lirola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Sensi, Magnanelli, Duncan; Berardi, Falcinelli, Politano. Le riserve sono Pegolo, Gazzola, Goldaniga, Letschert, Mazzitelli, Biondini, Cassata, Missiroli, Ricci, Iemmello, Ragusa, Matri.

Arbitra Antonio Damato della sezione di Barletta assistito da Manganelli (Valdarno) e Mondin (Treviso); quarto ufficiale è Piccinini (Forlì). Sono stati designati in qualità di assistenti Var Irrati (Pistoia) e Sacchi (Macerata).

Una lieve brezza rende più piacevole il clima, in una giornata calda. I tifosi genoani sono quasi un migliaio. I padroni di casa giocano con la divisa classica in maglia neroverde e calzoncini neri; i Grifoni sono in tenuta da trasferta bianca con banda rossoblù.

I locali si fanno subito vivi nel 1° minuto con un rasoterra di Duncan che Perin blocca a terra. Al 3° Sensi imbecca Falcinelli, il sinistro del centravanti neroverde finisce alto.

Il Genoa si fa timidamente avanti al 7° con Galabinov che riceve palla in area, ma l’arbitro lo ferma per un fallo su Cannavaro.

Dopo una fase iniziale in cui i locali hanno pressato molto e brillato a centrocampo, con il passare dei minuti i rossoblù prendono fiducia ed inanellano una serie di iniziative offensive.

Al 12° Consigli respinge un colpo di testa di Lazovic, poi Bertolacci prova il destro che si spegne fuori. Al 13° testa di Galabinov: attenta la presa del portiere. Al quarto d’ora i liguri ripartono in contropiede, Veloso spreca mandando alto.

Al 17° i neroverdi hanno a disposizione una punizione da ventotto metri: la conclusione di Politano termina sulla barriera.

Consigli viene chiamato altre due volte alla parata, da tiri di Veloso e Lazovic. Le iniziative dei padroni di casa vengono ben arginate dalla difesa genoana prima che si tramutino in pericoli. Decisamente più pericoloso il Genoa: al 22° diagonale rasoterra di Galabinov, replica Consigli.

Al 26° ammonito Veloso per una spinta ai danni di Sensi. Bucchi inverte di fascia tra Berardi, che passa a sinistra, con Politano. Alla mezz’ora fendente di Lirola dalla distanza, palla ampiamente a lato.

Al 32° il Genoa crea una pericolosa iniziativa: Pandev appare lanciato a rete ma Peluso, con un grande intervento in scivolata, riesce a fermarlo.

Lampo del Sassuolo al 34° Lirola va via sulla destra, mette palla in mezzo per Berardi: tiro dal limite leggermente deviato ma centrale, Perin blocca.

Al 37° Veloso scocca un missile dal limite dell’area: Consigli devia in angolo. Oltre ad un colpo di testa di Falcinelli largamente a lato si annota solamente l’ammonizione a Rossettini per atterramento dello stesso Falcinelli. Si va al riposo sulla 0 a 0, dopo 2 minuti di recupero.

Il Genoa rientra negli spogliatoi dopo un ottimo primo tempo, nel quale ha sofferto un poco solamente nei primi minuti, poi ha saputo costruire un buon numero azioni e ha tenuto a freno le offensive dei padroni di casa.

Nel secondo tempo si riparte senza sostituzioni. Nei primi minuti si annota solamente un battibecco tra Bertolacci e Duncan, calmati dall’arbitro. Al 9° cartellino giallo all’indirizzo di Magnanelli per fallo su Bertolacci.

Al 14° il primo cambio: esce Taarabt, che si è visto poco, ed entra Palladino. Il gioco riprende e il Grifone va vicinissimo al vantaggio con un’azione arrembante e Biraschi che, solo al limite dell’area piccola, spara a colpo sicuro e centra la traversa. Viene ammonito anche Politano.

Gentiletti viene ammonito per un intervento falloso su Falcinelli. Doppio cambio tra i locali al 19°: Ragusa e Missiroli prendono il posto di Politano e Sensi. Il Sassuolo dispone di una punizione dal limite: Acerbi calcia di potenza e manda alto. Al 25° palla da Missiroli a Duncan, palla in mezzo per Lirola, il suo tiro è da dimenticare.

Juric al 28° inserisce Omeonga, 21enne belga al debutto in Serie A, e richiama in panchina Pandev. Al 31° Perin, con un’uscita errata, consegna palla a Duncan che però la gestisce malissimo e spreca sparando in tribuna.

Al 35° Berardi si accentra e trova spazio per il tiro, il suo sinistro è alto. Juric completa i cambi con Salcedo al posto di Galabinov.

Al 37° Omeonga va via in slalom, palla sulla sinistra, Palladino serve Laxalt che con un diagolare sfiora il palo. Al 38° ultimo cambio anche tra gli emiliani: Matri per Falcinelli. Al 43° Perin controlla in due tempi un tiro del neo entrato.

Al 45° nuova occasione per il Genoa: un tiro di Salcedo viene respinto non senza difficoltà da Consigli; Cannavaro spazza e i neroverdi si rifugiano in angolo. Il recupero è di 3 minuti, ma le due squadre non hanno più volontà di pungere. Finisce 0 a 0.

Più informazioni su