Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Roghi a ponente, continua il monitoraggio dei Vigili del fuoco a Sambuco: i rischi non sono finiti fotogallery

Sul posto anche i volontari della Protezione civile

Più informazioni su

Genova. Nonostante l’impegno di ieri con due elicotteri, un canadair, decine di volontari e Vigili del Fuoco, stamattina è ancora in atto l’incendio di Sambuco dietro a Voltri nel ponente di Genova.

Sono 12, divisi in 3 squadre, al momento, i volontari presenti stamattina che dal Passo della Gava stanno raggiungendo il fronte ancora attivo che scende verso Arenzano. Sul posto anche una squadra di Vigili del Fuoco che, di fatto, non ha abbandonato la zona ormai da sabato mattina.

Gli incendi che nelle ultime ore hanno interessato le alture di Genova sopra Vesima e a Sambuco, sono stati però domati. La situazione è sotto controllo, ma vista la gravità e la complessità dell’intervento, le operazioni di messa in sicurezza sono proseguite tutta la notte e questa mattina.

Il comune di Pietra Ligure premia Sebastiano Gravina, capocannoniere del campionato di calcio dedicato ai non vedenti

Con il caldo estivo di questi giorni, infatti, il rischio che nuove fiamme possano scaturire dai focolai presenti ancora sotto la cenere è molto alto.

La poca pioggia degli ultimi mesi ha predisposto una situazione molto rischiosa per gli incendi: il caldo secco di queste ore rende assolutamente necessaria un’attenzione particolarmente alta.

Cosa fare in caso di incendio? Intervenire senza dispositivi di sicurezza è molto pericoloso. I Vigili del Fuoco raccomandano, in caso di incendio, chiamare immediatamente il 115. Ecco la prassi: Segnalare il luogo dove si scorge il fumo o si vedono le fiamme,comunicando località e Comune. Non riagganciare fino a che l’operatore non abbia dato conferma. Non avere timore a fornire il proprio nome, cognome e telefono; si tratta di informazioni riservate, che non saranno comunicate a estranei, necessarie a chiedervi ulteriori dettagli e a scoraggiare le chiamate di disturbo.

Assicurarsi una via di fuga, considerando il percorso stradale in relazione alla direzione dell’incendio. Non allontanarsi dal veicolo, che garantisce una buona possibilità di sopravvivenza durante il passaggio del fuoco; fermare il veicolo in zone aperte e prive di vegetazione; mantenere le luci accese,chiudere i finestrini e le prese d’aria. Non sostare in zone sovrastanti l’incendio o sottovento.Non fermarsi a osservare l’incendio lungo la strada; se la strada è chiusa, non accodarsi ma tornare indietro. Facilitare l’intervento dei mezzi di soccorso, non ingombrando la strada con l’autovettura. Non lasciare parti del corpo scoperte.

Non fuggire in preda al panico; cercare un punto in cui sia possibile attraversare il fuoco e portarsi senza esitazione né ripensamenti sulla zona già bruciata.

Più informazioni su