Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Presentata la 6° Festa del Volontariato: “I tesori nascosti di Rapallo”

Rapallo. Li chiamano “I tesori nascosti di Rapallo” e non potrebbe essere altrimenti, visto l’impegno profuso per dare aiuto e sostegno a chine ha bisogno. A loro, le associazioni di volontariato di Rapallo, è dedicata la “Festa del Volontariato”, che taglia il traguardo della VI edizione e domenica 21 maggio, a partire dalle 9.30, animerà il lungomare cittadino con tante iniziative.

L’evento – che celebra anche il ventesimo anniversario della nascita della Consulta del Volontariato di Rapallo – è stato presentato questa mattina, nella sala consiliare del municipio.

“Ricordo la prima Festa del Volontariato, nel 2009, quando ero sindaco e assessore ai Servizi Sociali era Corrado Castagneto – sottolinea il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico – L’iniziativa è nata per dare il giusto riconoscimento alle realtà che, in una congiuntura economica e sociale così complessa come quella attuale, offrono un supporto concreto alle fasce deboli della città”.

“La collaborazione con le associazioni di volontariato è fondamentale, perché hanno la possibilità di dare risposta a determinate situazioni in tempi più rapidi rispetto all’ente pubblico, che deve rispettare tempi e vincoli burocratici – aggiunge Pier Giorgio Brigati, vicesindaco con deleghe a Servizi Sociali e Volontariato – Sono quasi 60 le realtà di questo genere a Rapallo, che portano avanti iniziative dall’esito particolarmente positivo. Un esempio è ‘Il buon samaritano’, volta ad evitare gli sprechi alimentari e a regalare cibo a chi ne ha bisogno. Rapallo è una città da sempre votata al Sociale, lo dimostra sia il numero delle associazioni di volontariato, sia la cifra consistente che le amministrazione succedutesi nel corso degli anni hanno stanziato per i Servizi Sociali”.

Ileana Corea e Renato Barcucci, rispettivamente presidente della Consulta del Volontariato e referente della Consulta per l’Handicap del Tigullio, hanno poi illustrato il programma della giornata, che si svilupperà tra stand (circa 42, che comprenderanno le 32 associazioni facenti parte della Consulta del Volontariato, con l’aggiunta di dodici sodalizi), dimostrazioni, presentazioni di libri, giochi per bambini, visita podologica gratuita per i più piccini e altro ancora. Con una novità: una gara davvero particolare – con tanto di premi per i primi tre classificati – che prevede percorsi da affrontare in carrozzina (per capire cosa significhi fronteggiare quotidianamente le barriere architettoniche), oppure compiere semplici gesti come versare l’acqua in un bicchiere con gli occhi bendati (in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti).

La cittadinanza è invitata a partecipare; in caso di maltempo, la manifestazione verrà rinviata a giovedì 8 giugno.