Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Merella presenta il programma in genovese: “Vixon strategica pe-o futuo da çittæ”

Con l'aiuto di Andrea Acquarone, candidato della lista Ge9Sì ed esperto di dialetti: "Non è la lingua del mugugno, ma della città aperta". Degrado? "In genovese questa parola non esiste"

Genova. Waterfront? Si dice “fronte do mâ”. Comune? “amministraçion communale”. L’IIT è “l’Instituo Italian de Tecnologia”. Nella lingua – si badi bene, lingua, non dialetto – genovese si può tradurre tutto. Persino un programma elettorale.

merella acquarone

Lo ha fatto la lista Ge9Sì, capitanata dal candidato sindaco Arcangelo Merella, che sul sito internet ufficiale ha pubblicato il programma in nove punti tradotto anche in genovese. Potete trovarlo qui.

In genovese si può tradurre tutto. O quasi. Perché ad esempio Andrea Acquarone, il giovane candidato consigliere comunale della lista Ge9sì, fondatore dell’associazione “Che l’inse” ed esperto di lingue locali, non è riuscito a tradurre una parola che rispecchia uno dei temi principali della campagna elettorale per queste elezioni amministrative: “degrado”.

Forse perché Genova era la Superba? Forse perché il degrado non è nel suo Dna? Sta di fatto che ci sono altri concetti su cui la lista Ge9sì preferisce confrontarsi: “Vixon (visione), futuo (futuro), riqualificaçion urbaña – dice Acquarone – ma anche pòrto, economia, seguessa, vivibilitæ”.

Il programma in genovese non è un modo per lasciare da parte chi il genovese non lo sa parlare e non lo capisce, “ma una dichiarazione d’intenti – osserva Merella – per ridare importanza a una tradizione antica e che anche le giovani generazioni dovrebbero avere il diritto di conoscere”.

Tra passato e futuro, tra le idee del programma “in zeneise” per rilanciare Genova anche una curiosità: un Gran Premmio de Fòrmola E (a Fòrmola 1 de macchine elettriche). Non a caso mercoledì prossimo Arcangelo Merella inizierà un tour dei municipi genovesi a bordo di un’automobile elettrica, del tutto ecologica. “Se diventassi sindaco vorrei fâ de Zena unna çittæ à emiscioin zero”. Si capisce, no?