Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Jeans, merletto e damasco per la casula di Papa Francesco: esposizione a Rapallo

Rapallo. Il telo bianco fissato con un nastro giallo (un richiamo ai colori pontifici) scivola via scoprendo la creazione realizzata con impegno e dedizione dagli studenti della classe 2 M del Corso Abbigliamento e Moda dell’Istituto Duchessa di Galliera di Genova: la casula papale, che verrà donata a Papa Francesco in occasione della visita del Pontefice a Genova, il prossimo 27 maggio. La presentazione ufficiale si è tenuta questa mattina, nell’atrio del Museo del Merletto di Villa Tigullio: location ideale per l’esposizione del manufatto di pregio, che potrà essere ammirato da cittadini e turisti fino domenica 21 maggio.

Presenti alunne e insegnanti del Duchessa di Galliera e dell’Istituto Comprensivo Rapallo-scuola secondaria di primo grado: tramite il progetto “Crea il tuo abito”, infatti, gli alunni della scuola media rapallese hanno avuto la possibilità assistere alla fase ideativa, creativa ed esecutiva della Casula per Papa Francesco.

A fare gli onori di casa, l’assessore al Turismo Elisabetta Lai: “Credo che il Museo del Merletto di Villa Tigullio, uno dei pochi in Italia nel suo genere e simbolo di una delle principali tradizioni locali, sia il luogo più idoneo per l’esposizione di un’opera realizzata dagli alunni di un Istituto, il Duchessa di Galliera, che contribuisce a sua volta a portare avanti una grande tradizione tutta italiana: quella della moda – sottolinea – Ecco perché mi sono personalmente impegnata affinché l’idea andasse in porto. Quello di oggi è un momento davvero emozionante”.

A portare il loro saluto, anche il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico e i lconsigliere alla Pubblica istruzione Filippo Lasinio: entrambi hanno espresso soddisfazione per la proficua collaborazione tra Istituto Duchessa di Galliera e Istituto Comprensivo Rapallo nell’ambito di un progetto che da quattro anni valorizza gli studenti e le loro attitudini.

Grande soddisfazione per il progetto che ha portato alla realizzazione della casula papale anche da parte della preside del Duchessa di Galliera, dai rappresentanti della Fondazione Fulgis (che gestisce l’istituto genovese) e dal dirigente scolastico Giacomo Daneri, accompagnato dalla vicepreside Francesca Laganà e dalle insegnanti dell’Istituto Comprensivo Rapallo.

Infine, il momento clou: lo scoprimento della casula, realizzata interamente a mano – come spiegato dalla prof. Tiziana Tassara, insegnante del Corso Abbigliamento e Moda del Duchessa di Galliera – con tessuti tipici della Liguria. Ecco quindi il jeans bianco, che un tempo veniva utilizzato dai pescatori per coprire e riparare le imbarcazioni, nella parte esterna della casula realizzata sul modello del “saio cinerino” di San Francesco d’Assisi. I tessuti più preziosi caratterizzano invece la parte interna: il damasco di Lorsica e il pizzo al tombolo realizzato dalle esperte mani delle merlettaie dell’associazione rapallese “Fili Meravigliosi”. Altro riferimento simbolico, quest’ultimo: il disegno del pizzo risale infatti al 1557, anno dell’Apparizione di Nostra Signora di Montallegro.

La Casula Papale resterà esposta al pubblico nel salone del Museo del Merletto di Villa Tigullio nei seguenti giorni ed orari:

mercoledì 17 maggio ore 15/18
giovedì 18 maggio ore 10/12
venerdì 19 maggio ore 15/18
sabato 20 maggio ore 15/18
domenica 21 maggio ore 15/17.