Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Civ, turismo e impresa: Fitto, Bucci e Musso incontrano i genovesi

Genova. Giornata intensa per Raffaele Fitto, leader di Direzione Italia, che è stato a Genova per sostenere la campagna eletorale di Lista Musso-Direzione Italia e la candidatura a sindaco di Marco Bucci.

Proprio insieme a Bucci, Fitto, accompagnato dal coordinatore regionale Armando Ezio Capurro, ha stretto molte mani e incontrato tante persone in piazza de Ferrari, via Xx Settembre e in via San Vincenzo. Fitto e Bucci hanno incontrato anche una delegazione di Ascom e dei Civ, formata da Ilaria Natoli, Fabrizio Murena ed Emanuela Carena. “Dobbiamo rilanciare l’impresa commerciale e il turismo, utilizzando meglio le risorse a disposizione del Comune. La ricchezza che viene prodotta dai piccoli imprenditori può salvare la città dal declino. Vi sono realtà nel centro di Genova, come via XX Settembre, ad esempio, che necessitano di una vera campagna di rilancio. Bisogna fare quello che la sinistra non ha voluto fare in tanti anni”.

Durante il lungo pomeriggio genovese, Fitto ha anche inaugurato l’associazione delle Leonesse di Direzione Italia, di cui fanno parte tutte le candidate al consiglio comunale e municipale di Genova. Forte la richiesta da parte delle donne di Lista Musso-Direzione Italia di far contare sempre di più le donne nel governo della città. Una proposta che si dovrà riverberare anche sulla futura composizione della giunta cittadina. Presente all’incontro che c’è stato poi intorno alle 18.30 al Garden di corso Italia anche Enrico Musso, che sta sostenendo con forza la Lista che porta il suo nome. Fitto e Capurro anche ricordato che un uomo dell’esperienza e della capacità di Musso potrà rappresentare una risorsa assolutamente fondamentale per la futura amministrazione della città.

Enrico Musso ha parlato dell’accordo tra Direzione Italia e Lista Musso: “L’incontro con Fitto e la mia adesione alla proposta di guidare insieme una lista per il cambiamento nascono da due considerazioni. La prima di ordine nazionale, perché Direzione Italia rappresenta il centro destra in cui mi sono sempre riconosciuto, liberale e innovativo, lontana dal populismo. E poi una considerazione locale: con questa formazione e con un candidato come Marco Bucci, che conosco da tempo e aveva preso parte al qualche incontro della mia lista, possiamo costruire una città aperta al mondo, capace di attrarre investimenti, imprese e lavoro. Bucci è un manager e Genova ha bisogno di una figura come lui. Non è il tempo delle persone che si limitano a tappare le buche nelle strade”.