Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

All’asta come “anonimo pittore”, recuperata a Genova importante opera (rubata) del Barocci foto

La porzione della tela è stata riconosciuta sul catalogo della casa d'aste da un gallerista pesarese

Più informazioni su

Genova. L’asta doveva tenersi il prossimo 31 maggio, ma i carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio artistico di Genova hanno recuperato la porzione dell’importante tela del Barocci (1558). L’opera era stata infatti rubata agli inizi degli anni Ottanta, in duomo a Urbino.

La ‘testa di fanciullo’, questo il nome, si trovava in una notissima casa d’aste genovese sotto la dicitura ‘Testa di bimbo di cm 40×42’ attribuito a un anonimo pittore veneto del XVII secolo con una stima massima di 800 euro.

La porzione della tela è stata riconosciuta sul catalogo della casa d’aste da un gallerista pesarese che ha avvisato l’assessore alle Arti a Rimini Massimo Pulini che ha confermato i sospetti del gallerista: quel frammento era la testa del bambino perduta del Barocci.

Pulini ha subito avvisato il Nucleo tutela patrimonio artistico dei Carabinieri che ha recuperato la frazione della tela.

Più informazioni su