Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il centro sinistra giovedì prova a scrivere il programma. Tutti concordi: “Grandi passi avanti”

Rete a sinistra in assemblea ancora divisa. Dirimente sarà anche la delibera su Amiu

Più informazioni su

Genova. “Un incontro positivo dove la condizione per discutere dei nomi sarà quella di gettare le basi a una sintesi di programma”. Così il segretario genovese del Pd Alessandro Terrile descrive il tavolo che questo pomeriggio ha riunito per la seconda volta il Pd, Articolo 1, sinistra italiana, Possibile, Rete a sinistra e i vertici di Anpi, Arci, Cgil e Comunità di San Benedetto.

Il giudizio è condiviso anche da altri esponenti che hanno partecipato all’incontro, come Gianpaolo Malatesta di Possibile che parla di “passi avanti”. La vera sfida sarà però quella di giovedì: lì i programmi dei vari partiti e delle associazioni dovranno arrivare ad una sintesi o meglio a una “mediazione” perché è evidente che la proposta della cooperativa di utenti per le partecipate a cominciare da Amt è vista in particolare dal Pd abbastanza utopica (“su Amt c’è una gara”ricorda Terrile). Dirimente in questo senso sarà anche la delibera Amiu-Iren su cui le consigliere di Rete a sinistra avevano votato no.

Se giovedì comunque l’incontro sortirà i suoi frutti in termini di programma più o meno condiviso allora si potrà riparlare del “candidato che lo rappresenta meglio, senza preclusioni di sorta” racconta un altro partecipante al tavolo. Come dire: Crivello potrà anche essere il candidato, ma solo al termine di un percorso condiviso e non certamente come il candidato proposto dal Pd.

Tutto bene quindi? Questo è da vedere perché da un lato nella parallela assemblea di Rete a sinistra che si è tenuta in piazza Santa Croce proprio per restituire agli iscritti l’attuale situazione di incertenzza in particolare i rappresentanti di Sinistra italiana hanno fatto capire che loro prediligono un’altra strada, quella di “proseguire sul percorso già attuato con le regionali per non vendere la propria coerenza rispetto al percorso intrapreso, qualunque sia il risultato”. Altri invece considerano il raggiungimento di un accordo con il Pd su alcuni punti sufficiente per “tenere” la coalizione, unico modo per pensare di sconfiggere il centro destra.

Giovedì sarà quindi una giornata decisiva, ma nel frattempo il dialogo co Effetto Genova resta aperto. E rete a sinistra potrebbe uscire da questo percorso comunque divisa.