Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Burlando: se vuoi il campionato devi battere il Begato risultati fotogallery

Il Begato non molla la capolista, resta a 6 punti e domenica punta tutto nello scontro diretto. Intanto i biancoblù si assicurano un posto ai playoff. In coda è tutto ancora aperto per un finale palpitante

Tutto in una partita. Il campionato della Burlando si deciderà domenica prossima nello scontro con il coriaceo e temibile Begato che non molla un colpo in questo intenso finale di campionato. A due giornate dal termine gialloblù e biancoblù sono staccati di 6 punti, il che fa pendere nettamente l’ago della bilancia a favore della capolista. Se non fosse per un calendario che le metterà di fronte nel prossimo turno, il penultimo della stagione regolare.

Per la Burlando era obbligatorio vincere per cercare di minare l’entusiasmo di un Begato che punta ufficialmente a un posto ai playoff (centrato), ma che promette di far sudare la vittoria ai rivali. Gialloblù che vincono di stretta misura sulla Bolzanetese grazie al rigore di Barbera arrivato al 58°. Per la Bolzanetese i sogni playoff sono sempre più lontani.

Il Begato da parte sua ottiene una vittoria che dà sicuramente una grande iniezione di fiducia ed entusiasmo. Biancoblù  allo scontro diretto con il Masone, quinto in classifica a -9 punti. La partita era quindi fondamentale per entrambe, ma si mette subito male per gli ospiti che vanno sotto al 5° per l’autogol di Cannatà che devia sfortunatamente un cross nella propria porta. Al 22° De Gregorio impatta il parziale con una bella incornata di testa, che dura appena tre minuti perché Amato riporta subito in vantaggio il Begato grazie ad una penetrazione vincente.

Il secondo tempo inizia con il pareggio ancora di De Gregorio su calcio di rigore. Il Masone cerca di sfruttare al meglio il momento critico del Begato, ma manca di precisione e si trova poi di fronte un grande Oliva. Al 66° poi Marcenaro tutto solo in area risolve la partita con un tocco da due passi.

Per il Masone una sconfitta che potrebbe costare caro visto il distacco davvero importante dai biancoblù.

Altro scontro diretto quello fra Cà de Rissi e Mariscotti che si affrontano in una probabile anticipazione dei playoff e non si fanno male. Termina 1-1 con il vantaggio al 9° dei padroni di casa firmato da Barbieri, bravo e fortunato a ribadire in rete la respinta di Fiore sul precedente tiro di Moreno. I locali sfiorano il raddoppio, ma è bravo il portiere a sventare un paio di occasioni. Nella ripresa El Hilali pareggia al 62° . Il Mariscotti allora prova a vincere la partita per superare gli avversari anche in classifica, il che vorrebbe dire giocare fra le mura amiche con 2 risultati utili su tre nei playoff.

In realtà gli attacchi del Mariscotti sono piuttosto sterili, mentre il Cà de Rissi in contropiede sfiora il colpo del ko con Ballabene in due occasioni. Nella prima sfiora il palo con un bel diagonale, nella seconda è Fiori che si oppone con un provvidenziale intervento di piede.

Saltando in fondo alla classifica, troviamo 5 squadre in tre punti, e quattro posti a disposizione per i playout. Il finale di stagione si prospetta infuocato grazie al Campo Ligure che si è rianimato in questo girone di ritorno ed ha riaperto tutti i giochi.

Spicca infatti il netto 3-0 dei campesi sull’Olimpia che riapre i giochi salvezza a due turni dalla fine. Verdiblù che agganciano la Sarissolese, sopravanzandola per differenza reti e ora ci credono più che mai. Il primo tempo si chiude 1-0 grazie alla rete di Damonte al 18°. Nella ripresa Bonelli al 50° e Bottero al 60° chiudono la partita sul 3-0.

La Sarissolese invece ottiene un punto d’oro con la Rossiglionese grazie al proprio portiere, Pelizza che all’86° para un calcio di rigore a Caronvale. Mele e Don Bosco perdono invece gli scontri diretti rispettivamente con Atletico Quarto e Anpi Casassa. La formazione granata deve fare un profondo mea culpa. Con l’uomo in più dal 31° del primo tempo per l’espulsione di Garassini, i salesiani subiscono due gol nel finale di tempo con la doppietta di Valenti al 42° e 44°. Nella ripresa accorcia subito le distanze Bovone, ma il risultato non cambia. L’Atletico Quarto si impone sul Mele mettendo dei tasselli importanti per la propria salvezza. Decidono Villa al 25° e Ferrari all’85° che con ogni probabilità condannano i valligiani ai playout.