Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A1 maschile, il Bogliasco Bene firma l’impresa: espugnata la “Scandone” risultati

I biancoazzurri sovvertono il pronostico e si rilanciano in ottica salvezza

Bogliasco. Grande impresa del Bogliasco in casa Posillipo. Con una prova tutta cuore e grinta, i liguri espugnano per 14-13 la “Scandone” al termine di una sfida letteralmente infuocata, giocata punto su punto fino all’ultimo secondo.

Reduci da un punto raccolto nelle ultime quattro gare ed al cospetto di un avversario che viceversa nello stesso arco temporale aveva sempre fatto bottino pieno, i ragazzi di mister Bettini riscattano la sconfitta patita dieci giorni prima alla “Vassallo” proprio contro i campani, rilanciando le proprie ambizioni in ottica salvezza con una partita superba.

A rendere ancora più gustosa la vittoria ha poi contribuito anche l’andamento di una gara che aveva visto i napoletani partire a razzo, restare in vantaggio per buona parte dell’incontro, salvo poi essere castigati nel momento cruciale del match.

Il primo tempo è infatti quasi un monologo partenopeo. Trascinati da uno scatenato Vlachopoulos (autore di una tripletta in meno di due minuti) e dal primo squillo di giornata di Renzuto Iodice, i padroni di casa provano subito a dettar legge portandosi sul 4-1 e lasciando al Bogliasco un’unica soddisfazione, quella di Guidi che in superiorità dimezza momentaneamente lo svantaggio.

Marziali in apertura di secondo quarto sembra far calare il sipario sulla gara, ma è proprio in quel momento che l’inerzia psicologica della sfida cambia direzione. Bogliasco va in rete quattro volte con Gambacorta, Gandini, Divkovic e Fracas, Posillipo reagisce con il solito Vlachopoulos e con Klikovac.

Cuccovillo inaugura il terzo tempo riportando in campani sul più 3. Ma i levantini sono una formichina che non si rassegna a veder vanificato il proprio sforzo e azione dopo azione si rifanno sotto. Divkovic e Vavic fanno 8-7. Poi c’è il doppio botta e risposta tra Marziali e Gavazzi e tra Vlachopoulos e Gandini. Mancano dieci minuti e il Bogliasco, sotto di uno, comincia a credere nell’impresa, mentre il Posillipo, che già pregustava il sorpasso in classifica sui cugini della Canottieri, si sente le gambe tremare. E così a stretto giro Vavic e ancora Gandini operano un sorpasso che fino a pochi minuti prima pareva impensabile ma che viene subito vanificato dalla rete di Renzuto Iodice sullo filo della terza sirena.

Un equilibrio destinato ad avere vita breve perché il Bogliasco è ormai un treno lanciato, capace di andare addirittura sul doppio vantaggio in avvio di quarto tempo con Vavic e Gambacorta. L’indomito Vlachopoulos prova a rianimare i compagni ma a respingerne il tentativo è ancora una volta uno straordinario Christian Gandini che conferma le sue doti da prestigiatore confezionando la rete del 14-12 (la quarta personale) nell’ultimo minuto. Il gol di Klikovac a 18 secondi dalla fine serve solo a esasperare le coronarie degli spettatori, non a modificare l’esito di una gara che il Bogliasco fa sua con pieno merito.

Da segnalare tra le fila dei liguri il rientro in vasca, ad oltre tre mesi dall’infortunio alla mano patito ad inizio dicembre, di Edoardo Prian, subentrato a Pellegrini nei due tempi finali.

Ovviamente sono molto contento – afferma un entusiasta Daniele Bettini nel post partita –. Abbiamo strappato tre punti fantastici che danno morale e ci danno ossigeno per la classifica. Siamo partiti male, facendoci schiacciare da un avversario che ci è superiore, eravamo in bambola ma poi ci abbiamo creduto e siamo stati tutti bravissimi e meravigliosi a risalire. Sicuramente la mancanza del loro portiere titolare li ha condizionati. Posillipo è più forte di noi ma abbiamo dimostrato che in questo campionato se non giochi al 100% può capitare qualsiasi risultato. Sono contento anche per il rientro di Prian che ha giocato alla grande nei due tempi finali dopo un lungo stop. Adesso che dovrò scegliere chi far giocare tra lui e Pellegrini avrò un problema in più…”.

Il tabellino:
CN Posillipo – Bogliasco Bene 13-14
(Parziali: 4-1, 3-4, 4-6, 2-3)
CN Posillipo: Sudomlyak, Cuccovillo 1, Rossi, Foglio, Klikovac 2, Mattiello, Renzuto Iodice 2, Subotic, Vlachopoulos 6, Marziali 2, Dervisis, Saccoia, Negri. All. M. Occhiello.
Bogliasco Bene: Prian, Cosso, Gavazzi 1, Guidaldi, Fracas 1, Vavic 3, Gambacorta 2, Monari, Puccio, Divkovic 2, Gandini 4, Guidi 1, Pellegrini. All. D. Bettini.
Arbitri: Riccitelli e Scappini.
Note. Usciti per limite di falli Guidaldi nel terzo tempo e Renzuto Iodice nel quarto. Superiorità numeriche: Posillipo 2 su 9 più 1 rigore segnato, Bogliasco 5 su 11.