Genova24.it - Notizie Genova e Provincia

Tares, pagamento anticipato a Genova: la prima rata entro il 31 luglio

Più informazioni su

Genova. Il consiglio comunale di Genova ha detto sì all’acconto del nuovo Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares) per l’anno 2013 calcolato in base alla Tia, la vecchia imposta sulla spazzatura pagata fino al 2012.

Il Comune di Genova chiederà ai cittadini di versare l’acconto Tares in due rate, ciascuna del 41,5% della vecchia Tia versata l’anno scorso: entro il 31 luglio la scadenza della prima rata, entro il 30 settembre 2013 la scadenza della seconda
rata. Tre le rate di acconto per le imprese, ciascuna equivalente al 27,6% della vecchia Tia: entro il 15 luglio la scadenza della prima rata, entro il 16 settembre la scadenza della seconda rata, entro il 15 ottobre la scadenza della terza rata.

Pagato l’83% della vecchia Tia, cittadini e imprese a fine anno saranno chiamati a pagare il restante 17% della vecchia Tia e i probabili aumenti stabiliti dalla nuova Tares. Sono stati 30 i sì, 5 i no e 2 gli astenuti, su 37 consiglieri presenti. Favorevole la maggioranza di centrosinistra: Pd, Lista Doria, Sel, Idv, FdS, più M5S e Udc. Contrario il centrodestra: Pdl e Lega Nord. Astenuta la Lista Musso.

Il voto favorevole è stato accolto da un applauso di una ventina di lavoratori Amiu sugli spalti del consiglio comunale soddisfatti di ‘poter ricevere lo stipendio’.

Più informazioni su

Commenti

Avatar

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Genova24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Autore del commento
    Scritto da SANDRA

    Volevo solo che qualcuno riferisse al pregiatissimo sindaco Doria, che se vuole gli lascio tutto lo stipendio di maggio : € 605,00 netti.
    Se ce la fa se li farà bastare per pagare tutte le tasse da oggi 22 maggio alla fine di settembre, imputabili alla mia persona….se invece , come sono sicura che sarà, non ci riuscirà dato che l’ammontare delle stesse sarà decisamente superiore, potrà inventare qualche altro trucchetto, tipo aggiungere una sigla qualunque sulla busta paga del mese di giugno al fine di trovare le FAMOSE COPERTURE necessarie. Detto fatto …è così semplice !!!! TASI – TARES – IMU – IRPEF – IMPOSTA REGIONALE – IMPOSTA COMUNALE – ADDIZIONALE IMPOSTA REGIONALE- ADDIZIONALE IMPOSTA COMUNALE – FINE DEL CITTADINO ITALIANO.