Genova24.it - Notizie Genova e Provincia

Porto antico, la Nave Italia lascia l’Acquario: al via il restyling in attesa della nuova vasca per i delfini

Genova. È partita oggi alla volta dei cantieri Mariotti la Nave Blu dell’Acquario di Genova (più conosciuta come Nave Italia) dopo la fase di disallestimento delle vasche espositive iniziata lo scorso 15 ottobre.

Le operazioni sono iniziate intorno alle ore 7.00 con la rimozione degli ormeggi e si sono concluse intorno alle ore 10.00. Tre rimorchiatori hanno successivamente agganciato la Nave Blu per trainarla via mare fino ai cantieri.

Qui avranno luogo i lavori di riallestimento della parte espositiva interna e di predisposizione al collegamento con la nuova vasca dei delfini, a cura di Costa Edutainment; in una seconda fase, che si svolgerà in bacino di carenaggio, sarà realizzata la manutenzione straordinaria della struttura a cura di Porto Antico di Genova SpA.

Questi lavori sono preparatori all’ampliamento dell’Acquario di Genova che prevede l’apertura a primavera 2013 della grande vasca dei delfini progettata da Renzo Piano Building Workshop e realizzata in collaborazione con Porto Antico di Genova SpA.

La nuova vasca, che costituisce un manufatto unico nel suo genere, dallo scorso febbraio è in accosto a una banchina di Voltri dove si stanno svolgendo tutti i lavori di finiture interne, impianti e allestimenti.

La sede finale sarà tra il corpo originario dell’Acquario di Genova e la Grande Nave Blu, che verrà riposizionata una volta conclusi i lavori di manutenzione

Commenti

Avatar

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Genova24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.