Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, prostituzione e gioco d’azzardo: in corso l’operazione Dragone contro la criminalità organizzata cinese

Genova. La criminalità organizzata cinese è un fenomeno sviluppato in molte Regione d’Italia e in continuo incremento, tanto che proprio adesso è in corso una vasta operazione anticrimine, denominata “Dragone”, messa in atto dalla polizia di stato. Gli investigatori hanno già arrestato 50 persone, ne hanno denunciate 445 e ne hanno controllate complessivamente 2750.

Le indagini sono iniziate nello scorso mese di marzo e hanno permesso di accertare un sensibile aumento di centri massaggi e di abitazioni private gestite da soggetti dediti allo sfruttamento della prostituzione di donne cinesi, provenienti nella maggior parte dei casi dalla regione dello Zhejiang, organizzato attraverso “call center” e annunci sui quotidiani, da contattare al fine di indirizzare i clienti verso i vari locali.

Sono stati quindi sequestrati 29 immobili utilizzati soprattutto per lo sfruttamento della prostituzione, principalmente nelle regioni del Nord Italia. Controllati dalla polizia circa 85 appartamenti. I controlli hanno interessato anche il gioco d’azzardo: sono state chiuse 5 bische clandestine,e sequestrate alcune slot machine risultate non collegate con i terminali ministeriali e, in alcuni casi, anche clonate.

Dalle indagini dell’operazione ‘Dragone’ è emersa anche la tendenza, costante, a commettere reati contro la persona o contro il patrimonio, con particolare riferimento alle rapine, spesso poste in essere insieme ad altri cittadini stranieri. Gli autori, talvolta appartenenti a piccole “bande”, in alcune occasioni hanno agito sotto effetto di sostanze stupefacenti, assunte per commettere tali tipologie di reato.