Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lo scoiattolo grigio di Nervi sui muri della città: decine di manifesti a sostegno dei “cittadini onorari” dei parchi

Nervi. Decine di manifesti per la salvaguardia degli scoiattoli grigi dei Parchi di Nervi stanno comparendo in città. Si tratta di un’iniziativa dell’Enpa. “Grazie all’amico e sponsor, il cantautore genovese, Settimo Benedetto Sardo, da sabato scorso abbiamo affisso i poster – dichiarano – abbiamo iniziato nella zona di Nervi e Quinto, ma poi proseguiremo nelle altre zone della città”.

Gli scoiattoli sono da ben 50 anni “cittadini di Nervi” e l’Enpa, come tutte le associazioni ambientaliste e animaliste, non ha intenzione di mollare. “Dalla Regione Liguria abbiamo avuto una ‘specie’ di garanzia che verranno tutti salvati e noi aggiungiamo che li vogliamo comunque dentro ai Parchi di Nervi, ‘cittadini’ da ben 50 anni”.

Intanto, tre giorni fa sul tavolo della giunta comunale è stata depositata una mozione trasversale, con FdS, Sel, Lista Doria e Movimento 5 Stelle di nuovo uniti per chiedere, questa volta, “una sospensiva della cattura”.

Per strada, nei banchetti e in molti negozi di Nervi sono state raccolte già migliaia di firme. La campagna è partita dopo la decisione della Regione Liguria di sterilizzare i circa 300 scoiattoli grigi che popolano i parchi nerviesi, per ottemperare a una direttiva dell’Unione Europea che chiede la soppressione dell’esemplare di origini americane che avrebbe preso il posto dell’autoctono scoiattolo rosso.

Da qui era circolata la notizia secondo cui gli animali sarebbero stati uccisi usando il gas. Decisione poi ripensata, fino ad arrivare alla scelta della cattura, sterilizzazione ed esportazione in altri ambienti. Legambiente e altre associazioni animaliste, ma anche politici, privati cittadini e commercianti, che da anni sono abituati a giocare e nutrire gli scoiattoli, si sono ribellati.